Formia in giallo: le premiazioni

Premiazione Di Cristinzi
Premiazione moglie Rampa
Premiazione Supino
Premiazione Piccolino
Ritmi Briganti
Enzo Scipione
Premiazione Zuppardi

Dopo tutte le varie letture, e la presentazione del primo romanzo di Antonia de Francesco è arrivato il momento delle premiazioni. La prima ad essere premiata è stata Giuditta De Cristinzi con “Un’Indagine al contrario” da Giovanni Orlandi presidente Ascom Latina; Vittorio Rampa con Incontro”  , che però è scomparso e quindi è stata presente la moglie, è stata premiata da Alberto Aronica; presidente del Centro Commerciale Naturale di Formia, Benedetto Supino con “Il Triangolo Invernale” è stato premiato da Paolo de Bosi, finalista dello scorso anno: Luca Marimpietri con Il caffè accorcia la vita” premiato da Andrea Brengola premiato da Caterina Di Macco; Michele Piccolino con ” Come un Pesce Baleno”, ed infine il vincitore dell’edizione del 2016 che si chiama Vincenzo Martusciello con “La Vergine d’Oro” premiato dal vincitore dell’anno precedente Delio Fantasia. ovviamente è stata premiata anche Antonia De Francesco con il suo romanzo ” Nelle pagine di Sofia”. Riconoscimenti sono stati consegnati anche all’Associazione Teatrarte, al gruppo musicale Ritmi Briganti, all’ITE Filangieri di Formia, ad Anna Maria Zuppardi. Enzo Scipione è intervenuto per spiegare che la sua associazione teatrale è una associazione di strada, e ci cerca di portare le persone alla cultura, all’amore del teatro, e si spera che un giorno nascano altre associazioni che facciano questo lavoro. Infine, anche quest’anno, come ogni anno, l’Associazione Formia Turismo, organizzatrice della manifestazione,patrocinata dal Comune di Formia, dedica il premio ad un autore. La prima edizione fu dedicata a Roberto Tortora, scrittore formiano prematuramente scomparso. La seconda edizione è stata dedicata ad Attilio Veraldi, padre del noir italiano, che con “La Mazzetta”, “Il Vomerese” e tanti altri romanzi fece entrare Napoli a pieno titolo nel giallo contemporaneo. Quest’anno, per la terza edizione, il premio è dedicato ad una scrittrice vivente, Dolores Redondo, nata a San Sebastian, Spagna, nel 1969. La scrittrice ambienta i suoi romanzi, che hanno per protagonista l’ispettrice Amaia Salazar, in un piccolo paese della Navarra. Il piccolo paese si chiama Elizondo. Elizondo e la valle di Baztan hanno incrementato non poco il turismo: Tutto si è mosso sulla solo spinta dei libri, a Elizondo è sempre festa. Le due pasticcerie sfornano txatxingorri a mitraglia, l’ufficio del turismo di Pamplona organizza tour guidati. La trilogia del “Guardiano Invisibile” di Baztan ha venduto oltre 700.000 copie.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *