Fermo pesca, vertice tra Coldiretti e cooperativa dei pescatori

Venerelli – Campi – Mattia

Si è tenuto un tavolo di lavoro in uno dei luoghi simbolo di Terracina. Sul monte del Tempio di Giove Anxur il direttore della Coldiretti del Lazio, Aldo Mattia, ha incontrato il presidente della cooperativa dei pescatori, Dario Venerelli, per un aggiornamento sul quadro delle iniziative che il prossimo autunno verranno messe in campo a sostegno della pesca e della marineria locale, ma anche per gestire i disagi del blocco delle attività per via del fermo biologico che, nel bacino del Tirreno, scatterà l’undici settembre.

Ha commentato Mattia della Coldiretti: “Le rassicurazioni istituzionali che anche recentemente ci sono state rinnovate autorizzano ad un cauto ottimismo. Questo dovrebbe essere l’ultimo anno di applicazione di un provvedimento, il fermo biologico, che si è rivelato fallimentare sotto tutti i punti di vista. Il nuovo sistema di ecosostenibilità marina, che dovrebbe essere introdotto già dal 2018, dovrà effettivamente contemperare le esigenze di riproduzione e di tutela della specie ittiche con quelle economiche delle marinerie locali composte in larga parte da aziende familiari e da cooperative medio piccole che hanno un legame di profondo rispetto per il mare, la loro primaria fonte di reddito”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *