Espulso straniero a Cisterna per comportamento sospetto

Stazione di Cisterna

Un giovane straniero si aggirava con fare sospetto osservando le auto in sosta nei pressi della stazione ferroviaria di Cisterna quando, insieme ad una ragazzina di 15 anni, è stato fermato e controllato dalla polizia. Nei guai è finito un 19enne di origini egiziane che nonostante la giovane età ha alle spalle trascorsi criminali di spessore.  Nel corso degli accertamenti gli agenti hanno scoperto che il giovanissimo si era reso responsabile di una serie di furti sulla tratta ferroviaria Cisterna-Aprilia-Campoleone e si era posto anche come reclutatore e leader di una baby gang che nel 2018 e nei primi mesi del 2019 ha terrorizzato gli adolescenti di Cisterna ed Aprilia nei pressi di stazioni e centri commerciali, rapinandoli di telefonini e tablet. “Ritenuto il soggetto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica”, come hanno spiegato dalla Questura,  e il Commissariato di Cisterna lo ha proposto per l’espulsione al prefetto di Latina che ha provveduto subito al trasferimento presso il Centro di Ponte Galeria per le procedure di rimpatrio. La 15enne, soggetto particolarmente debole per l’età ed anche per una grave storia di violenze e sopraffazioni subite nel recente passato, à stata affidata ad una casa famiglia specializzata per l’accoglienza minori. 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *