Bandiera
Bandiera
Bandiera

A Gaeta come in tutti gli altri comuni della provincia di Latina sono state esposte le bandiere della Croce Rossa Italiana per ricordare la giornata internazionale di questa benemerita istituzione sociale. Attraverso l’assessore ai servizi sociali Francesca Lucreziano, l’amministrazione ha accolto l’invito del presidente dell’Anci Antonio Decaro in occasione della Giornata Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa che cade l’8 maggio, nella ricorrenza dell’anniversario della nascita del fondatore della Croce Rossa, Henry Dunant. Ha dichiarato il presidente del Comitato Locale Sud Pontino di Cri Emilio Donaggio:  “Oggi abbiamo issato la bandiera sul pennone del comune di Gaeta e faremo altrettanto domani mattina a Formia, insieme al sindaco Sandro Bartolomeo. Stiamo programmando la stessa iniziativa con i comuni di Minturno e Castelforte. La bandiera della Croce Rossa rappresenta i principi di umana solidarietà. Vogliamo dare un messaggio a livello internazionale. Cri è impegnata a superare i conflitti e le discriminazioni, ovunque si manifestino, con particolare riferimento ai centinaia di migranti che ogni giorno a causa della loro povertà sono costretti a mettere a repentaglio la loro vita pur di trovare una sponda dove poter vivere serenamente”. Ha precisato l’assessore ai servizi sociali Francesca Lucreziano:  “L’esposizione della bandiera è il simbolo della vicinanza della Croce Rossa a tutte le persone che sono in stato di disagio e di bisogno. La nostra amministrazione non poteva esimersi dall’aderire all’iniziativa, soprattutto per ringraziare per il lavoro svolto dai volontari e promuovere i valori di Cri. Destinare del proprio tempo a chi è in difficoltà dà a tutti dignità verso l’altro. Insieme al comune e ad altre associazioni di volontariato il comune condivide ormai da tre anni un progetto rivolto al disagio adulto. È il terzo anno che è stata istituita una raccolta viveri in collaborazione con tutte le attività commerciali ed i supermercati. Il progetto ha consentito di arrivare a molte famiglie. In questo territorio seguiamo oltre 190 nuclei ed insieme alle altre associazioni riusciamo a raggiungere anche quelle persone che per orgoglio, vergogna o semplicemente ritrosia di solito non si accostano ai servizi sociali perché non desiderano esporsi”.

Ha dichiarato il presidente nazionale, Francesco Rocca:L’8 Maggio vogliamo celebrare tutti i nostri volontari che in ogni angolo dell’Italia, da nord a sud, donano se stessi per aiutare chi è più vulnerabile, chi è in difficoltà, chi vive nelle tante zone grigie della nostra società. Il volontario non è un supereroe, chiunque può diventare volontario di Croce Rossa. Ognuno può diventare un volontario e ciascuno può fare la differenza durante un terremoto, oppure aiutando una famiglia in difficoltà, sui moli degli sbarchi di migranti o a bordo di un’ambulanza”,  La Croce Rossa Italiana, presente sul territorio nazionale con 670 comitati e oltre 156mila volontari, ha svolto un ruolo di primaria importanza in occasione di emergenze e calamità, tra cui gli eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia nel 2016 e l’accoglienza dei migranti. È costantemente impegnata in numerosi servizi: dall’inclusione sociale al primo soccorso, dall’assistenza ai senza dimora al sostegno alle famiglie in difficoltà, dai centri antiviolenza alle clownerie con un’unica missione: essere presenti ovunque, per chiunque. Al Comitato Sud Pontino aderiscono oltre 250 volontari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui