ospedale-Santa-Maria-Goretti-di-Latina630Il Santa Maria Goretti di Latina, croce e delizia della sanità della nostra provincia. Nell’ultimo periodo, e da diverso tempo a questa parte, soprattutto croce; malasanità, lamentele, polemiche, disservizi, problemi concreti. Ma, come premesso, anche delizia, ed è giusto citare anche le buone notizie, i risultati positivi ottenuti. La scorsa notte, infatti, è stato eseguito il primo espianto multiorgano del 2016 al Goretti. I medici dell’ospedale, coordinati dal primario Carmine Cosentino, hanno contribuito all’intervento con un equipe medica del Policlinico Gemelli. L’operazione è stata effettuata ad una paziente di 66 anni deceduta nel reparto di Rianimazione. La donna è morta dopo poche ore dal ricovero per un’aneurisma che ha provocato un’emorragia cerebrale. Dopo l’autorizzazione arrivata dai parenti della vittima, i medici giunti dal Policlinico Gemelli di Roma, hanno eseguito al Goretti l’espianto di fegato e reni della donna. Il reparto di Rianimazione del Goretti, diretto da Carmine Cosentino, non è nuovo a questo genere di interventi. Un’attività che rappresenta quasi una routine. E speriamo diventi una routine parlare e citare del Santa Maria Goretti per i suoi successi sanitari e medici, piuttosto che lamentare quasi quotidianamente di problemi mai risolti e preoccupanti per un Dea di II Livello che copre l’intera provincia.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui