IMG_20150915_164041Equitalia è una parola che non vorremmo mai sentir nominare, la letterina bianca con le bande azzurre è una delle cose che più temiamo di ricevere a casa: è da tener in conto che Equitalia deve notificare al trasgressore entro due anni da quando le è stato consegnato il ruolo da parte dell’Ente titolare del credito, pena la nullità della cartella. Ma nonostante siamo nell’era di pc, smartphone e tablet, la carta non la si può ancora sostituire, perché se non si conservano gli scontrini di pagamento per diversi anni c’è il rischio che a distanza di anni possa arrivare una cartella di Equitalia che contesti il mancato pagamento della multa risalente ad anni addietro. E’ quanto è successo al sottoscritto con una multa di 38 Euro relativo al verbale nr P/03079 del 28.06.2009 pagata nello stesso anno, che si è visto recapitare una cartella esattoriale recentemente di 135,64 ed è sicuramente successo a tanti altri: oltre al tempo perso in fila alla posta e ai Vigili Urbani, nessuno si scusa per averti fatto penare per un paio di giorni!

Rino Sortino
Author: Rino Sortino

Giornalista e opinionista televisivo, nel passato ha partecipato in qualità di opinionista a trasmissioni quali "passione sport" presso lazio tv e gold tv

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui