ELEZIONI COMUNALI GAETA: PETRUCCELLI (PUNTARE AL MASSIMO), “I GIOVANI DI GAETA HANNO VINTO, ADESSO STA AGLI ADULTIDARE LORO LA POSSIBILITÀ DI ESPRIMERSI”

Petruccelli

Alla luce di quello che è accaduto nella tornata amministrativa che si è appena conclusa, Simone Petuccelli, uno dei giovani protagonisti candidato consigliere in appoggio a Massimo Magliozzi ha espresso il suo parere: “La proclamazione del nuovo Consiglio comunale ha sancito il termine di questa tornata elettorale. A mente fredda e lucida, voglio dedicarmi ai ringraziamenti per le numerosissime persone che mi hanno permesso di raggiungere questo successo elettorale e personale; sono ringraziamenti sinceri e sentiti, considerando che si è trattata della mia prima esperienza e il risultato è stato entusiasmante! Altrettanto sincero il ringraziamento a quanti hanno espresso un voto diverso. È la dialettica della democrazia, è giusto che sia così.

La soddisfazione aumenta se considero che praticamente tutte le mie preferenze (145) sono voti di stima, amicizia e affetto, avendo operato una campagna elettorale piena di idee ed entusiasmo, senza promesse o beceri ricatti elettorali.

Dico questo non per autocelebrarmi, ma perché sono contento che ancora oggi, nelle campagne elettorali dominate da poteri economici e da alleanze “interessate” che  nascondono un preoccupante vuoto etico e politico, essere persone oneste e semplici riesce ancora a pagare!

Farò in modo che quanto fatto non venga perso nel tempo, per questo opero una riflessione molto semplice ed evidente, che è la vittoria di un’idea e di una generazione che ha deciso di lottare fino alla fine per mostrarsi attiva e credibile.

Il mio pensiero va ai giovani che ci hanno messo la faccia, la passione, l’amore e le competenze. Una di queste ha sfiorato l’elezione in Consiglio: Giulia Sorgente. Altri hanno, invece, raggiunto risultati eclatanti senza l’appoggio dei così detti “invisibili della politica” che hanno voltato le spalle a chi doveva essere il futuro e, ancora una volta, diventa un giovane di prospettiva.

Fare dei nomi sembra inopportuno, ma la verità non deve far paura. Specialmente se detta da chi vuole realmente cambiare le cose. Penso a Gennaro Romanelli, 114 preferenze, solo poche in “coppia” e quasi tutte come primo elencato. Bravo Gennaro! Lo stesso per Roberta Pierro (45 preferenze) e Michele Mottola (40 preferenze), anime del centro sinistra gaetano che hanno lottato e creduto con Emiliano Scinicariello e che sono, sicuramente, tra i vincitori morali (e non solo) di questa tornata elettorale. Penso ai giovani di Casapound Italia, amici con i quali mi sono trovato benissimo in tutte le occasioni in cui abbiamo discusso sui diversi temi della campagna elettorale. Stesso per i giovani della coalizione vincente, partecipi e propositivi durante il comizio congiunto dei giovani. Senza dimenticare Giulia Licciardo, a cui va il mio più sincero grazie.

A tutti loro, ai miei amici, ai miei elettori, ai miei avversari, vinti e vincitori, voglio dedicare una citazione di Indira Ghandi: “Penso che una volta la leadership significasse imporsi; oggi è possedere le qualità necessarie per meritare la stima degli altri”.

I giovani di Gaeta hanno vinto! Adesso sta agli adulti capirlo e dare loro la possibilità di esprimersi per rappresentare una generazione che ha tanto bisogno di essere sostenuta e ascoltata.

Esprimendo i più sinceri complimenti al Sindaco rieletto, Cosmo Mitrano, mi auguro che il Consiglio e la Giunta lavorino avendo in mente questo imponente risultato dei giovani, ai quali chiedo di  continuare ad essere portatori di ideali e valori nobili, da cui ripartire insieme, e soprattutto, solo per Gaeta!”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *