Elezioni 2018, Formia: Il MoVimento 5 Stelle è pronto, prima la lista poi il programma: “Entreremo in Consiglio comunale”

Incontro

Dopo Formia Viva 2018, un altro movimento politico si è presentato alla città di Formia, un movimento che già sono due volte che si presenta, e dopo il più che lusinghiero riscontro che cinque anni fa, in una situazione dove ha visto una civica essere l’arbitro della contesa politica, adesso si ripresenta alla città con ben altre ambizioni, ben sapendo che Formia ha un elettorato composto per la maggior parte di clientele e di parentele. Infatti il Movimento Cinque Stelle, espresso dal Meetup, a Formia lo ha presentato  in un lungo incontro pubblico andato in scena alle officine culturali Falcone e Borsellino. Un passaggio preliminare fondamentale per aprire la propria campagna elettorale che porterà il Movimento a cercare per la prima volta l’ingresso nel nuovo Consiglio comunale di Formia che uscirà dalle urne. Una platea di una cinquantina di persone hanno assistito alla presentazione dei relatori, tra volti nuovi e componenti storici, come Giovanni Nocella e l’ex candidato sindaco Paolo Costa. E’ chiaro che non si sottraggono alla responsabilità di governare la città dopo la trentennale oligarchia Forte-Bartolomeo, ma “un importante risultato sarebbe già quello di avere un primo rappresentante tra i banchi della sala consiliare Ribaud”.

La revisione di tutti i bilanci, i flussi di denaro e di contributi, eppoi l’acqua, il lavoro e il futuro delle giovani generazioni oltre al turismo, il commercio e le opere pubbliche. Ecco i punti salienti, le priorità della città, ma il programma è un cantiere ancora aperto. Ora la cosa più importante da fare è aggregare, coinvolgere cittadini stanchi di questa politica, pronti a scendere in campo direttamente e partecipare alla vita politica e democratica della città nell’esperienza della democrazia diretta. Un’impresa ardua in una città come Formia e lo confermano i grillini dove è difficile trovare persone pronte ad assumersi un tale impegno perchè da troppo tempo abituate a delegare il compiacente politico di turno”.

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *