imgresWilliam Shakespeare, terzo figlio di una famiglia di origini modeste, il cui padre di professione faceva il guantaio, nacque nel 1564 a Stratford-upon-Avon, un paesino dell’Inghilterra centrale: la storia lo considera come il più grande drammaturgo inglese, forse il più grande autore di teatro del mondo intero. Della sua figura, esiste un unico suo ritratto eseguito quando era in vita, a diciott’anni si sposò con Anne Hathaway, dalla quale nacquero due gemelli, nel 1592 il nome di Shakespeare cominciò ad affermarsi in seguito a titoli importanti attribuiti come la tragedia storica Enrico IV e più tardi il Riccardo III. Dopo che i teatri di Londra rimasero chiusi per un paio d’anni a causa di un’epidemia di peste, una volta riaperti, Shakespeare si associò ad una delle più importanti compagnie teatrali dell’epoca e da quel momento in poi le sue opere ottennero successi dappertutto. Quando morì nel 1616, un’infinità di personaggi dubitarono della sua vera identità, recentemente è nata un’associazione di oltre cinquecento studiosi che ha messo esplicitamente in dubbio la versione tradizionale della vita del grande drammaturgo. Non c’è nessuna prova che attesti con certezza che il figlio di un guantaio di Stratfor-upon-Avon possa essere effettivamente l’autore dei capolavori che gli vengono attribuiti, in quanto non esistono manoscritti autografi delle opere di Shakespeare.Il suo nome apparve per la prima volta collegato a capolavori come Romeo e Giulietta o Amleto solo con la prima edizione del 1623, sette anni dopo la morte dell’uomo che normalmente è indicato come il loro autore. Le opere che gli sono attribuite, dimostrano una vasta conoscenza di filosofia, letteratura antica, storia moderna, matematica, astronomia, arte, tattica e strategia militare e apparve del tutto strano, che il figlio di un guantaio fosse a conoscenza di tutte queste cose. A 400 anni dalla sua morte, si sono fatti una serie di nomi diversi indicati come il vero Shakespeare, l’ipotesi più accreditata è quella di John Florio, un linguista e pedagogo di origine italiana, che nel 1598 pubblicò un vocabolario italiano-inglese che racchiudeva una raffinata tecnica per la creazione di neologismi, la stessa usata da Shakespeare.
Rino R. Sortino

Rino Sortino
Author: Rino Sortino

Giornalista e opinionista televisivo, nel passato ha partecipato in qualità di opinionista a trasmissioni quali "passione sport" presso lazio tv e gold tv

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui