Per l’enogastronomia della città di Priverno, il 26 giugno è stato un giorno importante: presso la sede del Palazzo comunale cinque ambasciatori del gusto, Angelo Bilancia, Guido Iacobucci, Piero Porcelli, Angelo Antonio Di Giulio, e Giovanni Magliocchetti, hanno dato vita all’associazione “Produttori Falia di Priverno”.  Un progetto che ha come scopo primario quello di dare impulso alla valorizzazione della regina indiscussa della tradizione culinaria privernate.  L’iniziativa è stata sostenuta dal Comune di Priverno e dall’Arsial, l’Agenzia per lo sviluppo agricolo della Regione Lazio che opera all’interno dell’Assessorato all’agricoltura guidato da Enrica Onorati. “Non una pizza, non una focaccia e nemmeno un pane. E’ la Falia. Un prodotto d’eccellenza realizzato con farina, acqua e lievito madre, dalla forma allungata e schiacciata, l’elemento base della dieta dei pastori”.  La costituzione di questa rete, come ha osservato il sindaco Anna Maria Bilancia, “è un’ottima notizia perché la collaborazione tra tutti i panificatori ed esperti del settore, garantirà la tutela storica e identitaria di questo prodotto alimentare, promuovendone il potenziale economico, attraverso un marchio caratteristico che sarà facilmente riconoscibile ed esportabile all’esterno. E’ sicuramente un’altra opportunità per l’affermazione e la diffusione della cultura enogastronomica di Priverno, fatta di storia, tradizioni, eccellenze che insieme al patrimonio artistico e monumentale della città, costituisce un importante volano di sviluppo economico per la comunità”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui