Carabinieri

Hanno pubblicizzato online degli appartamenti in affitto per le vacanze a Sperlonga che in realtà erano delle truffe. Un uomo di 51 anni e una donna di 31 anni, entrambi residenti in Abruzzo, sono stati identificati e denunciati dai carabinieri dopo una serie di segnalazioni arrivate da cittadini truffati. I due erano riusciti ad ottenere, con i falsi annunci, circa 2250 euro dalle vittime di turno. L’indagine dei militari ha consentito di risalire alla loro identità e di rintracciarli, facendo scattare una denuncia per truffa a carico di entrambi. Per evitare sittuazioni del genere il Comando provinciale dei Carabinieri di Latina consiglia ai cittadini di usare le dovute cautele quando si stipulano contratti di locazione. Per l’arma è bene prestare attenzione alle fotografie dell’immobile, accertandosi che siano reali e contestualizzate; attenzione inoltre ai prezzi: un immobile da sogno potrebbe essere  messo a prezzo stracciato per attirare l’attenzione dei clienti: è bene diffidare di un venditore che dichiara di trovarsi all’estero o fuori città e di non avere occasione per fissare un incontro per far visionare l’immobile di persona; un altro inidizio potrebbe essere legato alla mancanza di un numero di telefono o a numeri di telefono non attivi; è meglio evitare di inviare caparre per bloccare l’appartamento soprattutto se viene chiesto un pagamento non tracciabile, effettuato ad esempio su carte prepagate; infine è preferibile evitare di comunicare dati sensibili che non sono necessari nella fase  della trattativa preliminare, come dati sul conto corrente o carta di credito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui