Due auto incendiate nella notte: una è della famiglia del pm anticamorra di Torre Annunziata Filippelli

Mezzo Vigili del fuoco
Mezzo Vigili del fuoco
Incendio
Incendio

Nella notte di ieri due auto sono state incendiate attraverso un liquido incendiario che ha provocato danni ed ha scosso il sonno dei residenti di quella zona interessata dall’incendio, La prima autovettura, una Citroen C2, appartenente ad un militare dell’Arma dei Carabinieri in servizio nella frazione di Lauro di sessa Aurunca, ma il vero obiettivo secondo le prime indiscrezioni, era la Renault Clio appartenente ai familiari del giudice Pierpaolo Filippelli, figlio del professore Renato Filippelli che tanto ha dato culturalmente alla città di Minturno. Questo giovane  magistrato era stato già minacciato di morte in quanto il boss di Ercolano, Alfio papale, in numerose intercettazioni aveva indicato il nome di Filippelli tra le persone da eliminare fisicamente. E di recente il magistrato aveva chiuso una indagine su una inchiesta che indicava nel boss Aldo Gionta come il mandante dell’agguato allo stadio Giraud. Ovviamente le compagnie di Scauri e di Formia, coordinate dal comandante di compagnia capitano David Pirreira a fare le indagini di questo increscioso episodio, aspettando la perizia tecnica dei Vigili del Fuco che giunti dopo la segnalazione del fatto avvenuta alle ore 3,30 del mattino, hanno domato l’incendio. Da aggiungere che il magistrato Filippelli era stato eletto con 190 voti nella giunta dell’Associazione nazionale Magistrati di Napoli. Ed attualmente procuratore aggiunto a Torre annunziata, una zona dove i clan hanno la loro forza da decenni. E come hanno dimostrato i periti dei Vigili del Fuoco,si è stabilito che l’incendio era doloso.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *