Doppio lavoro per una avvocatessa americana e il marito lo sa

Avvocato

Sembra troppo anche per chi ha navigato perché una avvocatessa di 30 anni, sposata e anche madre, fa un secondo lavoro. la prostituta. Katherine Sears ha trovato un modo redditizio per “arrotondare” e come hanno riportato i media britannici, arriva a guadagnare anche 50mila euro in sole tre settimane. E il marito, che è anche suo socio nello studio legale, non ha nulla da obiettare. Un’occupazione part-time che in giornate molto intense può portarle anche 15 clienti. Katherine ha iniziato tre anni fa e da bravo avvocato difensore spera di depenalizzare la professione eliminando i pregiudizi legati al mestiere più antico del mondo:  “Penso che più ne parliamo, migliori sono le nostre possibilità di essere stigmatizzate.” 
Una causa che Katherine sostiene per più di qualche motivo, ma che di tanto in tanto abbandona per dedicarsi ad attività più importanti perché recentemente è stata lontana dai bordelli per portare a termine la gravidanza e occuparsi del figlio di quattro mesi. Ha anche intenzione di ricavarsi del tempo libero per concentrarsi sul suo nuovo studio legale. Anche se in una pausa temporanea, la 30enne continua a pubblicizzare se stessa e il suo stile di vita: “Le prostitute sono persone. Quelle che ho incontrato nella mia esperienza sono alcune delle migliori donne che abbia mai conosciuto. Penso che in molti si scaglino contro la prostituzione senza capire di cosa parlano. In questa società degradiamo le donne che sono aperte riguardo alla sessualità e le giudichiamo senza sapere.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *