Polizia locale

Una persona, dopo aver provocato un incidente, è scappato cercando di far perdere le proprie tracce: una fuga durata poco quella di un 39enne di origini indiane subito individuato dalla Polizia locale e poi denunciato.  I fatti sono accaduti a Cisterna  lunedì 6 luglio. L’incidente si è verificato lungo via di Porta Agrippina: a scontrarsi, secondo quanto è stato accertato dalla Polizia locale, l’auto condotta da una donna di 44 anni che procedeva in direzione Monti Lepini e la Fiat Punto guidata dal 39enne che provenendo dalla direzione opposta ha invaso la corsia. A causa dell’impatto la vettura della donna ha riportato dei danni e la 44enne delle ferite.  Subito dopo lo scontro  il conducente della Fiat Punto ha proseguito la propria corsain direzione di piazza Caetani. Sul posto per i rilievi di rito sono intervenuti gli agenti della Polizia locale che hanno raccolto le prime testimonianze oltre che alcune parti del veicolo in fuga. Grazie agli elementi raccolti e all’immediata analisi del sistema di videosorveglianza urbana, è stato possibile rilevare il numero di targa della Punto.  Scattate immediatamente le ricerche nella zona, in breve tempo gli agenti hanno individuato l’auto presso un autolavaggio: “L’intento del conducente era quello di far sparire le tracce dell’incidente ma le parti raccolte dagli agenti coincidevano perfettamente con quelle mancanti dalla vettura”. Poco dopo è stato individuato anche il 39enne, che vive a Cisterna ed è risultato sprovvisto di patente. A suo carico, quindi, la violazione di guida senza patente che prevede una sanzione amministrativa di 5mila euro oltre al fermo amministrativo di 3 mesi per il veicolo, ma le violazione più gravi sono quelle relative all’omissione di soccorso, che prevede come pena la reclusione da 1 a 3 anni, e alla fuga a seguito di incidente, con pena da 6 mesi a 3 anni. Ha spiegato il comandante della Polizia Locale, Raoul De Michelis:  “In questo tipo di incidenti dove una delle parti si dà alla fuga è indispensabile chiamare celermente le Forze dell’Ordine affinché sia possibile attivare le ricerche sul territorio prima che i soggetti coinvolti facciano disperdere le tracce utili alla ricostruzione del sinistro ed all’individuazione degli autori”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui