Commissariato P. S. di Cisterna

Sono state denunciate a Cisterna dalla Polizia in stato di libertà cinque persone ritenute responsabili di aver detenuto illegalmente delle armi da fuoco e munizioni che erano appartenuti a parenti che erano da tempo deceduti. Questa operazione è stata determinata con un controllo a tappeto avviata dal commissariato su tutti i detentori di armi residenti sul territorio. Attraverso una verifica incrociata della banca dati in cui sono registrate le armi da fuoco e l’anagrafe del Comune di Cisterna è risultato come, a fronte del decesso dei legittimi detentori che erano stati autorizzati a detenere le armi, alcuni eredi avessero conservato le armi senza avvisare l’autorità di polizia e senza richiedere alcuna personale licenza. Su alcune delle armi sequestrate l’autorità giudiziaria ha disposto perizie balistiche per verificarne l’eventuale utilizzo in eventi criminosi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui