Test

Il Comune di Sabaudia ha attivato il servizio drive-in per l’esecuzione dei tamponi rapidi antigenici alla cittadinanza, rispondendo  alla richiesta della Asl e in sinergia con i medici di medicina generale. Dalla giornata del 5 gennaio, prenderà il via lo screening presso i locali messi a disposizione dal Comune e ubicati in via Principe di Piemonte, adiacenti all’area denominata “ex Spes”, ritenuti idonei dalla Asl a seguito di specifico sopralluogo. Sono 11 i medici di base del territorio (Schiuntu, Caneschi, Gherardini, Sciscione, Ciotti, Scacchetti, Sanguigni, Masini, Scalise, Martini e Calisi) che hanno aderito all’iniziativa e che, secondo le modalità operative indicate dall’Azienda sanitaria locale, eseguiranno i test antigienici per la ricerca del coronavirus verso i rispettivi assistiti. È possibile usufruire del servizio esclusivamente contattando il proprio medico curante che, previo triage telefonico, individuerà i requisiti necessari all’effettuazione del tampone rapido e, contestualmente, procederà a fissare l’appuntamento presso il punto prelievi. I test saranno eseguiti, senza scendere dalla propria vettura, nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì secondo gli orari comunicati a ciascuno paziente in fase di prenotazione. Ha spiegato il Comune: “Si precisa che l’esecuzione del tampone è rivolta esclusivamente agli assistiti che escono dal periodo di quarantena dei 10 giorni dopo un contatto stretto con un soggetto positivo o per ottenere il certificato di rientro a scuola o riammissione al lavoro al termine del periodo della quarantena.” Ha spiegato il sindaco Giada Gervasi: “In un particolare momento come questo, in cui se da un lato è partita la campagna di vaccinazione dall’altro sono ancora alti i numeri relativi ai nuovi positivi, è fondamentale continuare a rispettare le regole per evitare la diffusione del contagio da Covid-19 ed effettuare uno screening veloce sulla popolazione. L’amministrazione ha scelto di supportare la Asl e medici mettendo a disposizione spazi adeguati dove poter eseguire i test in sicurezza e con procedure snelle. Ringrazio a tal proposito il direttore del distretto Asl 2 Giuseppina Carreca, i medici di medicina generale, la polizia locale e la protezione civile per la preziosa collaborazione e la sempre attiva vicinanza alla nostra comunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui