“Dai Rifiuti al riciclo”: conversazione con l’assessore Orlando Giovannone

Orlando Giovannone – foto di Pietro Zangrillo

Con l’assessore all’ambiente, Formia Rifiuti Zero, ciclo delle acque e water front Orlando Giovannone si è parlato di riciclo degli olii vegetali esausti.

Altro importante passo verso la tutela dell’ambiente.

Si, in particolar modo per quanto riguarda il discorso della qualità delle acque marine, acque marine che chiaramente sono condizionate  da apposti nutrienti, sappiamo in particolar modo dal Gariglianoe degli allevamenti di piscicoltura nel Golfo di Gaeta. Il nostro compito è quello di contrastare gli scarichi abusivi, ma contemporaneamente di avviare come in questo caso, con l’iniziativa  di oggi, tutta una serie di recuperi per quanto riguarda sia l’olio usato che  incide e che riguarda il consumo domestico, circa 7 chili di olio, raggiungono a persona e  in un anno raggiungono le fognature. Queste comportano un aggravio al sistema di depurazione ma sopratutto dei residui, dei fanghi, che poi vanno all’agricoltura. Quindi l’obiettivo è ridurre questi apporti con che cosa? Con il recupero organizzato dai consorzi, quindi in questo caso dalla Formia Rifiuti Zero abbiamo apposto dei cestini, in questo caso Formia Rifiuti Zero e con i circoli  anziani che riguarda questa prima rete di accumulo. Contemporaneamente per quanto riguarda le materie plastiche la casetta dell’acqua avrà il compito di ridurre il consumo eccessivo delle bottiglie e questi eco compattatori avranno il compito di recuperare queste bottiglie che ancora oggi vengono utilizzate  per reimmetterle nel riciclo  per una nuova produzione di bottiglie.”

Se volesse dare un messaggio, quindi alla cittadinanza,  di coloro che ci stanno seguendo, brevemente  cosa direbbe?

“Semplicemente che noi ci stiamo impegnando. Vedo che anche la stessa comunità, i cittadini,  hanno piacere di questo coinvolgimento, infatti oggi vediamo la presenza del mondo della scuola, in particolar modo dell’Istituto Alberghiero, il mondo delle imprese, con due grandi dirigenti di due grandi centri commerciali, e poi la partecipazione della società civile con le associazioni e gli anziani dei circoli del Comune di Formia.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *