banner 728x90
Pasquale Cardillo Cupo

Dopo il primo turno che ha visto il candidato del centro destra Pasquale Cardillo Cupo andare al ballottaggio con la candidata civica Paola Villa, ecco che ho avuto l’occasione di parlare con lei

Sei uno dei due contendenti che andrà al ballottaggio il 24 giugno. Dal di là della battuta che tempo fa hai fatto degli appelli per poter vincere al primo turno con la possibilità di fare la festa di San Giovanni, ma era una battuta, hai fatto una impresa perché all’inizio dello spoglio eri molto sotto, poi ha recuperato giungendo a cinque punti percentuali dalla Villa, con la prospettiva che forse potrai ribaltare la situazione.

“Noi siamo attenti, stiamo lavorando, siamo un gruppo forte, coeso, c’è stata certamente la difficoltà iniziale tra le varie candidature con quelle del centro destra, c’era un voto assegnato che inizialmente aveva  polverizzato, poi sono arrivati i dati delle altre situazioni e delle frazioni, ed abbiamo ripristinato in sostanza un’ equilibrio. Adesso la scelta sarà fra il candidato del centrodestra che rappresento in questa tornata elettorale e la Villa che rappresenta in buona sostanza il centrosinistra che non ci ha messo la faccia w si è riciclato nelle liste civiche e quindi le persone potranno scegliere se vogliono votare l’uno o l’altro, non ci saranno altre possibilità.”

Una analisi vera è quella dell’astensionismo che c’è stato con un 36%, ma soprattutto libero perché altri candidati che un tempo erano abbastanza potenti sono stati spazzati via. Concordi con questa analisi oppure non hai una tua idea?

“Il voto è sempre libero, poi alla fine le persone nella cabina si esprimono sempre come votano, è giusto che sia così, ci deve essere serenità nella valutazione dei programmi delle persone, per poter fare chi vota la scelta migliore, questo è l’auspicio che ci possa essere serenità anche un doppio turno di ballottaggio, quindi gli elettori possono sicuramente riflettere sui programmi, sulla capacità , saggezza e decidere se riconfermare la squadra della sinistra alla guida della città o se affidarsi a una squadra di centrodestra che io orgogliosamente rappresento.”

Quindi è un appello al voto che tu fai per il ballottaggio fra 15 giorni.

“Si, poi avremo modo di fare i vari appelli al voto, adesso dobbiamo spiegare agli elettori quello che dovremo fare.”

 

banner 728x90