Gerardo Stefanelli – foto di Pietro Zangrillo

Dopo la conferenza stampa, il neo sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli si è intrattenuto con la stampa per un breve scambio di battute per definire il senso del suo nuovo mandato alla poltrona di primo cittadino di Minturno

Sindaco, un secondo mandato ottenuto con una percentuale stratosferica, forse non te lo aspettavi neanche tu ma comunque hai vinto alla grande.

Ma non è vero che non me lo aspettavo, ho appena detto che avevo fatto delle previsioni numeriche messe su carta il 9 settembre che sono state completamente rispettate, sia nelle preferenze di sindaci che nelle preferenze alle liste. Questo significa anche avere una conoscenza del territorio, della proipria popolazione e anche dei competitor dello scenario politico minturnese. Un consenso ampio, diffuso e omogeneo su tutto il territorio comunale, il che mi fa molto piacere perché significa che la gente, i minturnesi hanno veramente capito lo spirito con qui in questi anni abbiamo lavorato e lo spirito con cui approcciamo per i prossimi anni, quello di continuare a lavorare per fare grande Minturno, e hanno acquisito la consaoevolezza che Minturno può essere grande, può essere una grande città, una città bella e una città giusta.”

Le linee guida del tuo secondo mandato quali saranno?

Continuare a crescere, continaure a costruire una città bella, pronta ad investire per rendere belli i luoghi dello stare insieme, belli i luoghi in cui si passano le proprie vacanze, in cui si sviluppa il turismo, a costruire una città e una comunità giusta che dà il giusto merito a chi ha capacità, che dà giuste opportunità a chi vuole mettersi alla prova, e che da una mano a chi è più fragile o è rimasto indietro, ma gli da una mano non per assisterlo ma anche per rimetterlo in carreggiata e dare la possibilità di continuare a camminare con le proprie gambe.”

Anche perché questo secondo mandfato sarà contornato anche da una politica comprensoriale sicuramente molto più forte rispetto a quella precedente.

Ma io non so se sarà più forte, ma onore al merito a chi ha lavorato in questi anni come sindaco nelle altre comunità, un saluto a chi purtroppo non è stato eletto, un saluto e un augurio a chi inizia oggi a rappresentare la propria città e a lavorare, e io credo che continueremo a lavorare assieme al sindaco Mitrano e agli altri sindaci per fare ancora più forte il Golfo di Gaeta.”

La parola chiave di questa conferenza stampa è stata generosiità, generosità in Consiglio Comunale, generosità anche per quanto riguarda la Giunta.

Siamo una squadra grande, con tante competenze, tante risorse, tanta energia ed entusiasmo, e dobbiamo continaure ad essere una squadra grande per assicurare continuità e buon governo al territorio di Minturno per i prossimi dieci anni. Quindi bisogna essere generosi, bisogna anteporre l’interesse generale del gruppo alle legittime e comprensibili aspirazioni personali. Bisogna avere la capacità di vedersi in diversi ruoli, ed avere la forza di dare il proprio contributo anche in ruoli diversi, non pwer forza in ruolio istituzionali. Questa è la filosofia con cui incominciamo, e questa è la filosofia con cui andremo avanti, credo incoerenza con quello che ho detto all’inizio quando mi sono candidato e a tutti cop,lopro che hanno contribuito alla mia squadra quando ho deciso di farne parte. Non ho cambiato idea lungo il cammino.”

Un nome è uscito sulla Giunta che è Elisa Venturo, che proviene dalla giunta precedente, si può dire quasi il suo braccio destro perché è stata con lei al fianco nei cinque anni precedenti. Affianco a lei ci saranmno altre donne, ha detto che saranno almeno tre donne in giuta, doveva essere una giunta tutta al femminile ma chiaramente la legge non lo consente. Come sarà questa nuova giunta, professionisti sicuramente della società civile e non provenienti comunque dal Consiglio Comunale.

Anche questo: sarà una giunta variegata. Io avrei voluto fare una ginta di tutte donne ma non è possibile per legge, ma ci sarà una folta rappresentanza femminile, ci saranno persone capaci, competenti, ci saranno persone rappresentative della società minturnese, ci saranno persone che magari daranno il loro contributo pèer un pezzo del cammino, poi ne verrà qualcun altro, poi cambieranno ruolo. Bisogna essere generosi, bisogna capire che la squadra è enorme, e in questa squadra tutti sono utili, ma nessuno è indispensabile. Non è una frase fatta: con ottomila voti, con il 65% di voti alle liste, anche chi ha preso 500, 600 voti, deve sapersi intepretare in un ruolo di squadra in generosità. Ho fatto il nome di Elisa Venturo perché, nelle dinamiche delle liste, ormai la lista Minuturno 2030 è quella che praticamente mi è sempre stata vicino, con loro ho una interlocuzione diretta e veloce e ci capiamo senza neanche parlarci. Ho già in mente 3/5 della Giunta, ovviamente per una sorta di rispetto personale, innanzitutto verso le persone che ho in mente e che non ho ancora parlato per capire la loro disponibilità, ma soprattutto nei confronti delle liste civiche e politiche, voiglio confrontarmi con loro. Ma lo farò a brevissimo, addirittura ieri già abbiamo cominciato, e dove oggi continuerò perché voglio nominare la Giunta lunedì, voglio fare il Consiglio entro il 20 oittobre, c’è biosognoi di lavorare, il paese ha biosogno di continuare, non c’è tempo da pèerdere in giochi di ruolo o giochi fra liste, insomma. Bisogna continuare a tenere alto l’ìentusiamo della comunità minturnese.”

Un commento sull’esito del voto, una grande attestazione della sua persona e chiaramente delle liste. Ma il dato più interessante è proprio sulla tua persona, che è stato un voto omogeneo su tutte le sezioni del Comune di Minturno.

Per mesi ho ascoltato che ero arrogante, prepotente, antipatico e c’era gente che non mi voleva votare. Poi ho ascoltato che le frazioni erano state lasciate indietro e c’era rabbia e delusione. Escono i n umeri delle urne e dicono che Gerardo Stefanelli vince in tutte le sezioni, che Gerardo Stefanelli tiene sul temuto voto disgiunto, andando a prendere quasi il 61% dei voti, che Gerardo Stefanelli prende la maggioranza assoluta in tutte le frazioni, che Gerardo Stefanelli prende un’attestazione di riconoscimento commovente da zone del territorio in cui nessuno mai avrebbe pensato, tipo il Levante, tipo Fontana Perrelli, tipo il Quartiere della Dogana, insomma tutto il lato di Marina di Minturno. Questo significa che Gerardo Stefanelli ha la fiducia di gran parte della gente di Minturno, e questo per me è commovente, io ne faccio un carburante per continuare a lavorare con maggiore energia e determinazione. Gerardo Stefanelli non è il sindaco di Scauri, basta adesso, non voglio sentirlo più.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui