Il nuovo comandante del IV gruppo atleti della Fiamme Gialle, il tenente Francesco Nerone, ha preso da qualche giorno il prestigioso incarico di comando del IV gruppo atleti delle Fiamme Gialle di Gaeta, prendendo dal suo predecessore il tenente Colonnello Enzo Di Capua il testimone. Con l’ufficiale della Fiamme Gialle c’è stata una piacevole conversazione riguardo lo stile che intende seguire per il suo incarico:

Tenente Nerone, da qualche giorno hai preso il comando del IV gruppo atleti delle Fiamme Gialle di Gaeta. La tua emozione, se si può dire così, quale è stata dopo aver assunto il comando di un gruppo che comunque continua a dare delle soddisfazioni.

Innanzitutto ci tengo a precisare che è il Quarto Gruppo Atleti del Gruppo Polisportivo delle Fiamme Gialle, e ci sono degli atleti che ci hanno dato delle grosse soddisfazioni, non ultima è la medaglia d’oro che ci ha regalato Ruggiero Fida nella classe Nacra 17 alle ultime Olimpiadi di Tokyo. E’ un gruppo molto blasonato perché siamo il miglior gruppo sportivo tra quelli militari, da tanti anni abbiamo questo grande onore di portare alto i colori giallo – verdi delle Fiamme Gialle della Guardia di Finanza. Ho preso il comando da poco di questo stupendo team, io lo chiamo team perché team è vicino a famiglia, e quindi sono veramente orgoglioso di aver pèreso il comando del IV gruppo atleti. Sicuramente mi auguro che verranno altre soddisfazioni perché i ragazzi sono veramente bravi.”

Ovviamente non è solo sport ma anche legalità perché si tratta sempre di una istituzione militare benemerita come la Guardia di Finanza che tra le forze di polizia è la più antica come istituzione.

I ragazzi hanno una impostazione sportiva sicuramente, però hanno anche un addestramento militare e poi lo mettono in pratica sul campo e principalmente sui campi di gara. Perchè? Perché ovviamente legalità sta per serietà, e anche il prodigarsi per il prossimo, l’aiutare il prossimo. E loro, ovviamente, hanno tanto intuito da fare questo quando stanno sui campi di gara. Oltre a fare bene lo sport, sono integerrimi, praticamente solo ligi al dovere anche verso il prossimo, non solo verso quello che è la loro attività principale che è lo sport.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui