Antonio Di Rocco

Dopo Giovanni Valerio, è arrivato il turno di Antonio Di Rocco, del gruppo Centristi per Formia, che ha parlato di ciò che è avvenuto in Consiglio Comunale, ossia la mancata approvazione del Bilancio di previsione.

Se la matematica non è un’opinione di quello che è stato detto dei consiglieri assegnati, assegnati 12 su 12,5, il Consiglio Comunale di Formia pare che sia caduto per la non approvazione del Bilancio.

“Si, finalmente siamo riusciti a liberarsi di questa amministrazione, una amministrazione inconcludente, adesso si attaccheranno ai numeri, comunque oggi non sono stati capaci di arrivare a 13, è un percorso che parte da lontano, tanti consiglieri che si sono dissociati e sono arrivati addirittura a 12 voti. no so a cosa si attaccheranno in questo momento, ma la cosa importante che Formia è libera e finalmente può voltare pagina.”

Ci sarà, forze per la prima volta in questa città, un lungo commissariamento rispetto a quelli che nella storia amministrativa di questa città ci sono stati, quindi un commissario che saprà gestire questa fase amministrativa della città.

“Si, qualsiasi commissario penso che sia meglio di questa amministrazione che è stata una amministrazione inconcludente, che ha solo sperperato i soldi dei cittadini, che non ha fatto assolutamente nulla, in quattro anni sono stati completamente fermi.”

Ho visto che comunque voi si siete battuti nonostante vi siano ritornati indietro tutti gli emendamenti proposti, proposte molto sensate, però a quanto sembra la storia ha fatto la differenza.

“Si, da sempre abbiamo cercato di dare un contributo, presentando degli emendamenti sul Bilancio, questa amministrazione ottusa che ha voluto andare avanti per la sua strada, alla fine ha sbattuto e si è fatta male. Formia finalmente può iniziare a crescere.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui