Il convegno di Mola in Festa su Antonio Sicurezza

Quadro Sicurezza
Locandina

Sono ormai 39 anni che è venuto a mancare uno dei grandi interpreti del figurativo formiano, ossia parliamo del pittore Antonio Sicurezza , l’artista dall’animo poetico e moderno, la cui arte ha oltrepassato i confini dell’Italia. L’Associazione Musicale Culturale Ricreativa Mola ha deciso di commemorare la sua figura dedicandogli il convegno-dibattito di apertura della XX edizione di “Mola in festa”. L’incontro, dal titolo “la figura storica e artistica di Antonio Sicurezza”, moderato dalla giornalista Letizia Lagni e dopo i saluti di Pierfrancesco Scipione – presidente dell’Associazione Mola –  vedrà gli interventi dell’Ammiraglio Eugenio Sicurezza per parlare dell’opera di catalogazione  e di ricerca dei dipinti del Pittore; del professore Giovannino Bove sulla figura storica dell’Artista e del dottor  Marco Tedesco, storico d’arte dell’Associazione “Formiana Saxa” e Delegato di zona dell’Associazione RAM, per dare uno sguardo sul territorio nei dipinti del Pittore Sicurezza. Ci  tiene a precisare il presidente dell’Associazione Mola, Pierfrancesco Scipione:  “Abbiamo stabilito di approfondire la biografia e le opere del pittore Sicurezza, artista di indiscusso successo che ha onorato e amato Formia  perché si  vuole celebrare questa alta figura artistica per il legame stretto che egli ha stabilito con Mola e ne è granitica testimonianza la serie di quadri nella  chiesa di Santi Lorenzo e Giovanni Battista. Senza trascurare gli spunti paesaggistici della nostra marina raccolti dall’artista che, in una pittura asciutta ed espressiva, restituisce alla storia una Formia che non c’è più”. Scipione esprime un sincero ringraziamento al figlio del noto pittore, l’Ammiraglio Eugenio Sicurezza, già Comandante Generale delle Capitanerie di Porto per il  meticoloso lavoro di studio e approfondimento attraverso il quale la città di Formia può riscoprire un pezzo importante del proprio passato, e allo storico Marco Tedesco per la disponibilità. Subito dopo il convegno – dibattito, presso la palestra coperta della Scuola Media Pollione, sarà inaugurata la mostra “Immagini e Testimonianze” visitabile fino al 5 agosto dalle 19, 00 alle 21,30.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *