Zona pub di Latina

Ci sono stati dei controlli straordinari nel capoluogo pontino, concentrati soprattutto tra le strade della movida. L’obiettivo: verificare la corretta applicazione del Dpcm dell’11 giugno scorso e l‘attuazione delle misure di contrasto al rischio di diffusione del coronavirus, ossia:  mascherine indossate dagli esercenti e da chi svolge servizio al tavolo e al bancone, rispetto delle distanze di tavoli e sedie all’interno e negli spazi esterni dei locali, presenza di dispositivi per igienizzare.  Nel mirino, nella serata di venerdì 1° luglio, è finita la zona dei pub, dove i poliziotti della questura hanno effettuato un capillare controllo di pub e ristoranti frequentatissimi dai giovani soprattutto nel fine settimana. Le ispezioni hanno portato a sanzionare i titolari di due esercizicommerciali, per i quali è stata disposta, come conseguenza delle irregolarità riscontrate, l’immediata chiusura provvisoria per cinque giorni a tutela della salute pubblica. In particolare nei due locali non erano gestiti adeguatamente gli accessi dei clienti, trovati accalcati sia all’interno che nei dehors allestiti all’esterno. In un caso poi il personale dello staff non indossava la mascherina durante il servizio ai clienti. I controlli, avverte la questura, sono appena iniziati e proseguiranno anche nei prossimi giorni e nei fine settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui