Consiglio comunale di Gaeta 10 agosto 2017: interrogazioni

Emiliano Scinicariello
Italo Taglialatela

Il consiglio comunale di Gaeta convocato dalla presidente Pina Rosato il 10 agosto è cominciato alle 9,15 per trattare prima le interrogazioni scritte che si sono discusse secondo l’ordine cronologico in cui sono state presentate con la presenza di 12 consiglieri per rendere la seduta valida. La prima ad essere stata discussa è stata presentata dal consigliere Emiliano Scinicariello con una interrogazione con prot. N. 40452 presentata l’8 agosto 2017 dove il consigliere ha esordito dicendo che sono giunte delle segnalazioni al sottoscritto che poi era una segnalazione che era già stata fatta l’anno scorso nel Consiglio Comunale dove i dei cittadini hanno segnalato che una attività commerciale dopo la mezzanotte ci sono degli schiamazzi notturni tutte le sere, e quindi ha fatto un appello al sindaco per cercare di avere una risposta veloce riguardo questo argomento. Da quella interrogazione dell’anno scorso nulla è cambiato ma la situazione è stata portata con priorità. Però l’attività resta aperta fino a tarda notte e spesso si sentono alterati con schiamazzi e rumori con tutte le conseguenze del caso e quindi cercano semplicemente perché non si vuole impedire di lavorare ma comunque controllare queste situazioni per impedire che la vita del quartiere si degeneri. Quindi il consigliere chiede di andare sul luogo e verificare cosa realmente succede. Perché questi cittadino vorrebbero stare di note un po’ più tranquilli. La risposta è stata affidata all’assessore Italo Taglialatela che ha esordito nel suo intervento che si denotano delle situazioni particolari per questa amministrazione in modo che riferiscono ai principi della validità dell’esercizio dell’attività commerciale, in modo che la vocazione turistica del nostro territorio m comunque devono essere rispettati i diritti dei residenti. Allo stesso tempo la formulazione dell’interrogazione in riferimento al caso specifico sia nel fatto che bisogna avere una situazione nella quale però è di difficile soluzione in quanto essendo una attività in zona periferica rientra nella disciplina delle zone turistiche, in quanto si prevede una disponibilità dell’attività a risolvere il problema. Risulta essere inoltre la possibilità di voler risolvere il problema in quanto è allo studio una sorta di insonorizzazione del locale stesso dove chi si svuole trattenere possa farlo senza disturbare gli altri tenendo conto delle esigenze dell’attività commerciale tale da saper tutelare gli interessi dei titolari. Il consigliere Scinicariello si è mostrato soddisfatto della risposta data dall’assessore in merito a questa questione.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *