Il consiglio Comunale di Formia: il piano delle opere pubbliche

Zannella
Zannella
Bartolomeo
Bartolomeo
Banco Maggioranza
Banco Maggioranza
Banco Opposizione
Banco Opposizione
Di Rocco
Di Rocco
Giunta
Giunta

L’assenza dell’assessore Eleonora Zangrillo per motivi personali ha fatto si che esponesse il piano triennale delle opere pubbliche nonché l’elenco annuale lo stesso sindaco Bartolomeo, il quale ha esposto tutte e due gli argomenti che in breve vengono delineati: Per l’ammontare complessivo investiamo 2 milioni e140 mila euro. 200 mila euro per la sistemazione della Formia- Sparanise; lavori in via delle Vigne: 500 mila euro; intervento sul molo Vespucci (con realizzazione pensilina, apertura stazione marittima e trasporto traghetti); completamento degli impianti sportivi: 250 mila euro; manutenzione  dell’auditorium Vittorio Foa; dei  nuovi loculi nei cimiteri di Castagneto, Maranola e Castellonorato;  delle opere di urbanizzazione piano di zona di via Salso; la sistemazione del seggio di Maranola; l’acquisto delle grotte di Sant’Erasmo; la  valorizzazione della cisterna borbonica di piazza Santa Teresa; poi era prevista la realizzazione di un ascensore per la biblioteca comunale non ché il completamento di tratti delle condotte idriche e fognarie, l’affidamento di incarichi professionali di progettazione per 250 mila euro e la progettazione della strada Pedemontana, il tutto per 2 milioni 140 mila euro iscritti in bilancio. E’ dunque la proposta che però subirà delle variazioni in quanto i capi gruppo consiliari per la proposta di bilancio ci saranno alcune richieste di variazione nel piano triennale delle opere pubbliche ma siccome ci sono gli emendamenti e anche il parere dei revisori dei conti devono comunque pervenire per l’eventuale approvazione di questo punto, ma poi si è discusso questo punto attraverso l’intervento del consigliere dell’UdC Di Rocco Antonio, il quale subito ha detto che nell’ambito delle opere pubbliche non si è avuto modo nelle commissioni Lavori Pubblici e Bilancio di poter fare un’ampia discussione purtroppo quest’anno l’unica commissione che si è riunita in quanto la prima è andata deserta con l’annuncio delle dimissioni del presidente della commissione e poi c’è stata solo una commissione sul bilancio che poi secondo il consigliere la discussione è stata strozzata in quanto sul bilancio che è l’atto principale del Comune non  si è avuto modo di  poter dare un contributo e di capire anche meglio quello che si va ad approvare, in quanto esiste un pò di confusione perché l’assessore Zangrillo, avvisando che non poteva essere in aula, però le cose dette da lei in commissioni vanno nella direzione opposta di quelle appena annunciate dal sindaco, in quanto tutte le opere pubbliche che sono state elencate sono stet invece tolte e parliamo della cisterna borbonica 100 mila euro sono stati tagliati, sono stati tagliati 100 mila euro   per la pensilina del porto, che prevedeva un co-finanziamento regionale che poi l’amministrazione è stata costretta a rimettere nel bilancio 2016, si evidenzia quindi una perdita di un finanziamento regionale sulla pensilina del porto coperti poi con i finanziamenti del bilancio comunale. Così per le 40 mila per le grotte di Sant’Erasmo, così anche l’ascensore della biblioteca, sono tutti tagli che sono stati enunciati dall’assessore ai Lavori Pubblici in commissione consiliare e in commissione bilancio. Dopo di che per quanto riguarda la possibilità di mutuo per realizzare di opere pubbliche, ci troviamo di fronte ad una serie di piccole opere, ma di fatto in questo piano delle opere pubbliche nono si evince un disegno, ci sono delle cose di piccolo taglio come 50 mila, 30 mila, però tante cose che durante l’anno sono state invece annunciate nono trovano invece alcun tipo di copertura. Per questo motivo è stato presentato ieri un importante numero di emendamenti perché rivedendo l’anno passato e tutte le esigenze che c’erano state, non si è trovato riscontro nel bilancio e pertanto questi emendamenti sono stati presentati in modo che discutendone in questo consiglio non si è potuto fare nella commissione, e l’unica cosa che rimane sono 390 mila euro sulla manutenzione straordinaria e pensando che su Via Vitruvio per asfaltarla occorrono 200 mila nono rimane nulla. L’ultimo dato da evidenziare è la riduzione forte di 500 mila euro che sono destinati all’aumento del capitale sociale della Formia Rifiuti Zero per cui mancherà dalle casse questa somma per essere a disposizione per opere importanti mentre invece sono destinati alla ricapitalizzazione della società. Per quanto riguarda il resto tante opere sono ferme in città e ci si aspettava di portarle a temine, per esempio la Formia-Sparanise, una strada che era ferma a metà ed andava completata. Sulle navi da crociera con finanziamento Plus che ancora non è stata inaugurata, ma se non ci si mette mano atro denaro per completarla diventa una opera inutile, per cui Di Rocco chiede alla maggioranza che cosa intende fare su questa situazione, una opera che se fatta e quando erano in maggioranza ci si credeva, ma se bisogna metterla a regime bisogna metterci altri soldi sopra. Si parla tanto di monumenti ma se non si trova un modo di metterli in rete tutto rimane inutile. Se il turismo ed i beni culturali vengono considerati il nostro petrolio, cosi come dice sempre qualcuno della maggioranza, ma dalle opere pubbliche che avete finanziato e dal bilancio redatto attualmente questa situazione non si evince. Per cui Di rocco ha detto che è un parere molto negativo. Ma a questo punto perché hanno voluto l’attracco delle navi da crociera, e che tipo di navi lo specchio d’acqua ridottissimo può attraccare, forse dei piccoli gozzi? Non è dato saperlo. Il Consigliere Zannella ha ribadito che questo è il piano triennale approvato ad ottobre, per cui seguiranno degli emendamenti dopo anche per esigenze cambiate; per quanto riguarda l’elenco annuale dei mutui ci sono per le infrastrutture stradali ci sono 420 mila euro per l’adeguamento della ex Sparanise che dalle iniziali 200 mila alle attuali 420 mila, 500 mila euro per la sicurezza di Via delle Vigne, 300 mila euro per impianti e giochi sportivi, 100 mila euro per l’Auditorium Vittorio Foa, 200 mila euro Via Salzo, 70 mila euro per il seggio di Maranola, 300 mila euro per il completamento delle condotte idriche, 200 mila euro incarichi di progettazione, il totale dei mutui risulta essere  2 milioni 70 mila euro che verranno accesi quest’anno. In merito al corrente le richieste sono tante da parte di tutta la città, se si ha contante e siccome le esigenze sono tante, si potrebbero fare. Si  sono messe a disposizione 700 mila euro sul bilancio abbiamo individuato le cose principali da fare come la palestra Fabiani per un  importo per 50 mila euro come adeguamento e sistemazione, la pensilina del porto per un importo per 80 mila euro, gli scivoli per un importo per 50 mila euro, degli info point turistici per un totale di 30 mila euro, l’area archeologica di Vindicio che va completata con i servizi igienici per renderla accessibile e fruibile per l’importo di 50 mila euro, queste sono piccole cifre che però servono a completare una serie di opere e poi ci sono 390 mila euro per la manutenzione del patrimonio comunale, ossia le infrastrutture come i marciapiedi, illuminazioni ed altro, questo era solo per fare un a panoramica degli emendamenti della maggioranza che devono essere presentati e votati in consiglio comunale. Ma ci si è dimenticati di Penitro, vista la situazione creata dall’incidente in cui ha perso la vita una ragazza di 22 anni. Erano state promessi degli adeguamenti in quella sede, dove sono? Non è dato saperlo.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *