Confronto in Provincia per lo smaltimento dei rifiuti in commissione provinciale

Carlo Medici

Nella mattinata del 31ottobre si è riunita in Provincia la commissione consiliare Sviluppo e tutela del territorio chiamata ad esaminare le problematiche relative al sistema di smaltimento dei rifiutianche in relazione al Piano regionale dei rifiuti. Nella riunione dell’organismo, presieduto dal consigliere Domenico Vulcano con la partecipazione del presidente della Provincia Carlo Medici, sono state illustrate le osservazioni predisposte dagli uffici dell’ente, e il confronto tra i consiglieri che hanno individuato come metodo di lavoro la convocazione automatica della commissione ogni qualvolta si renda necessario affrontare argomenti importanti quali quello della gestione dei rifiuti. E’ stata  ribadita la necessità di accelerare l’avvio di una fase pubblica per definire un progetto complessivo sull’impiantistica provinciale, questione rispetto alla quale la stessa commissione avrà un ruolo primario per accelerare il lavoro svolto finora dalla presidenza della Provincia nei rapporti con la Regione, i singoli Comuni ed Invitalia. Ha sottolineato il presidente Carlo Medici: “Le decisioni da adottare in materia  impegneranno non poco la politica che dobbiamo intendere non come divisa ma come espressione di un unico principio condiviso che è quello di erogare servizi sull’intero territorio e migliorare le condizioni di vita dei cittadini. La Provincia  deve essere soprattutto ente di garanzia pubblica nella chiusura del ciclo virtuoso dei rifiuti”.Ha aggiunto Domenico Vulcano:  “Siamo molto soddisfatti dei lavori della commissione.  La seduta si è svolta in un clima collaborativo e l’autorevole partecipazione del presidente Medici, che ringrazio, è un chiaro segnale positivo della volontà della Provincia di trattare un argomento così delicato come la gestione dei rifiuti. Personalmente ritengo che l’ottica provinciale e quindi non ancorata ai confini di ogni singolo Comune, può offrire importanti spunti di riflessione per arrivare ad un piano che tuteli ogni singola realtà con le sue problematiche. Inoltre, una Provincia forte dove la politica agisce con coesione per la tutela dell’interesse pubblico collettivo, è un ente che meglio può interagire con la Regione. A stretto giro convocherò nuovamente la commissione per l’aggiornamento dei lavori e per avviare questo lungo percorso”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *