Itri

La Confcommercio Lazio Sud di Itri, attraverso una nota inviata all’Amministrazione Comunale, ha richiesto un drastico intervento sui Tributi Locali e, nello specifico, sulla Tari, in linea con la Confcommercio Nazionale. Ha dichiarato il Presidente Confcommercio Lazio Sud Itri Scherzerino La Rocca: “Le nostre imprese stanno soffrendo, ormai da mesi, una gravissima crisi economica; una crisi, senza precedenti, di cui non si vede, nel breve tempo, soluzione. Di conseguenza, per ogni attività, non è possibile continuare a sostenere la pressione fiscale. Siamo consapevoli della crisi sanitaria, generata dalla pandemia e, responsabilmente, abbiamo messo in campo, da subito, tutte le regole di prevenzione e contenimento del contagio, che ci sono state, giustamente, richieste. Purtroppo le restrizioni, legate alle misure adottate dal Governo, continuano e continueranno per tutto il mese di aprile. Siamo di fronte ad un’ulteriore battuta di arresto, che può compromettere le possibilità di ripresa; anche le previsioni per l’estate sono incerte.Di fronte alle difficoltà economiche, senza precedenti, che le nostre imprese stanno affrontando, abbiamo voluto, come Confcommercio Lazio Sud Itri, chiedere un supporto all’Amministrazione Comunale, anche, in considerazione del rapporto di collaborazione costruttiva che abbiamo sempre avuto e continuiamo ad avere. La Tari e altri Tributi Locali debbono essere rivisti, con significative riduzioni, e ove possibile ipotizzare una totale soppressione. Sarebbe un aiuto concreto, nell’immediato, e ci permetterebbe di avere una speranza di ripresa; una ripresa che garantirà la sopravvivenza delle nostre imprese, ma, anche, lo sviluppo sociale ed economico di tutta la comunità itrana”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui