Scientifica

E’ arrivata la condanna definitiva per Maurizio Botticelli, 63 anni, che è stato accusato del duplice omicidio di Alessandro radicioli e di Tiziano Marchionne, consumato la sera del 20 ottobre 2012 a Sezze, nella piazzola dell’area di servizio dell’Eni. L’uomo è stato arrestato nella serata del 15 novembre dai carabinieri della stazione di Latina Scalo Botticelli è destinatario di una misura ai domiciliari dove dovrà scontare una pena a 12 anni di reclusione. La Corte d’Assise di Latina aveva condannato Botticelli in primo grado a 20 anni di reclusione. Insieme al 63enne erano stati arrestati, in un’indagine lampo dei carabinieri, anche il fratello Stefano e il figlio Enrico Botticelli.  Alla base del duplice omicidio, secondo quanto è stato accertato dai militari, c’era un regolamento di conti legato alla droga. Durante la sparatoria era rimasto ferito anche un terzo uomo che era iuscito a scappare e a mettersi in salvo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui