Tribunale

Saker Smain, 35enne italo francese, è stato accusato di avere prima rapinato un’anziana e poi di avere rubato il monopattino ad un ragazzino, ma per lui è arrivata una condanna a nove anni di carcere sulla quale ha pesato anche la lunga lista di precedenti a suo carico. L’uomo, il 23 novembre dell’anno scorso era stato il protagonista di due aggressioni: la prima ai danni di una 87enne alla quale aveva strappato la borsa davanti alla sede della mensa Caritas di Latina dove la donna operava come volontaria facendola cadere a terra e provocandole la frattura del femore e poi si era spostato in Piazza del Popolo dove aveva avvicinato un bambino che giocava a bordo del suo monopattino e sotto la minaccia di picchiarlo se lo era fatto consegnare. Due aggressioni che gli investigatori della Questura nel giro di poche ore avevano attribuito a Smain grazie ad alcune testimonianze e alle riprese delle telecamere di sorveglianza. Nella mattina del 3 marzo il 35enne, assistito dall’avvocato Amleto Coronella, è comparso davanti al Tribunale di Latina per rispondere di rapina aggravata: l’accusa rappresentata dal pubblico ministero Claudio De Lazzaro ha chiesto una condanna a nove anni di carcere. Già nel 2015 l’uomo aveva messo a segno furto di televisori in un megastore del capoluogo ed era stato individuato e arrestato. Il Tribunale ha accolto la richiesta e ha condannato Smain, che è tuttora detenuto, a nove anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui