Tra Comune e Regione un patto per promuovere e tutelare la cultura

Patto per la Cultura
Patto per la Cultura
Patto per la Cultura
Patto per la Cultura

L’incontro che c’è stato al Museo Cambellotti che ha sancito il patto tra il Comune di Latina e la Regione Lazio che hanno stretto per la promozione e la valorizzazione della cultura. Il Patto della Cultura per Latina è stato presentato dove sono intervenuti il Presidente della Regione  Nicola Zingaretti, l’Assessore alla Cultura e Politiche giovanili Lidia Ravera, il Sindaco Damiano Coletta e il segretario generale della Fondazione Maxxi Pietro Barrera. In particolare sono stati illustrati il progetto con cui il Comune ha partecipato al bando della Regione per la valorizzazione e il recupero del patrimonio culturale delle Città di Fondazione ottenendo un finanziamento per la riqualificazione della biblioteca centrale “Aldo Manuzio”; il progetto per la ristrutturazione e messa in sicurezza delle facciate dei teatri comunali finanziato dalla Regione ad esito dell’avviso per lo sviluppo delle strutture culturali del Lazio. A seguire è stato firmato il protocollo d’intesa tra Comune, Regione e Fondazione Maxxi per la promozione del patrimonio artistico-culturale del capoluogo pontino.

Ecco il testo del Patto che è stato sottoscritto:

PATTO DELLA CULTURA PER LATINA

INTERVENTO DI ADEGUAMENTO SPAZI CULTURALI, ESPOSITIVI E RICREATIVI BIBLIOTECA COMUNALE, ALL’INTERNO DELL’EX ALBERGO ITALIA IN PIAZZA DEL POPOLO

L’edificio oggetto dell’intervento è uno dei più antichi della città: l’ex Albergo Littorio, poi Albergo Italia, nella centrale piazza del Popolo. In questa ottica si inserisce la progettazione all’interno del avviso pubblico emanato dalla Regione Lazio per la valorizzazione e il recupero del patrimonio culturale delle Città di Fondazione.

L’intervento finanziato comprende sia l’esecuzione di lavori di adeguamento che la realizzazione di attività culturali.

Lavori previsti

Si prevede una ridistribuzione funzionale degli spazi per:

  • la realizzazione di uno spazio di consultazione con strumenti compensativi per beneficiari con bisogni speciali;
  • la realizzazione di una zona dedicata ai bambini, attrezzata per letture ed eventi dedicati;
  • lo spostamento degli uffici del personale in spazi oggi inutilizzati al fine di liberare aree per la consultazione, studi e laboratori.

Gli altri interventi previsti includono:

  • la realizzazione di una copertura in vetro di parte dello spazio esterno, lato corso della Repubblica, da destinarsi a zona espositiva e per eventi artistici;
  • l’adeguamento dei servizi igienici;
  • interventi di risanamento dall’umidità;
  • la sistemazione e l’adeguamento dell’impianto antincendio;
  • l’adeguamento dell’impianto elettrico;
  • l’adeguamento dell’impianto antitaccheggio;
  • un nuovo impianto di videosorveglianza antintrusione.

Finalità culturali

  • Rendere la biblioteca luogo propulsivo della cultura e “cabina di pilotaggio” della trasformazione culturale della città;
  • favorire una maggiore accessibilità alla biblioteca e al suo patrimonio;
  • attivare reti con soggetti pubblici e privati che sviluppino attività innovative nel settore culturale e creativo;
  • potenziare la valorizzazione, la promozione e l’accessibilità ai patrimoni culturali tangibili e intangibili del territorio attraverso la creazione di nuove sale e laboratori;
  • sviluppare azioni di promozione e valorizzazione dei patrimoni locali coinvolgendo i cittadini;
  • raccontare il territorio in modo nuovo e originale mediante forme narrative di tipo transmediale.

Si prevede:

  • l’acquisto di attrezzature tecnologiche per il miglioramento del funzionamento della struttura
  • di dotare la struttura di nuova segnaletica con pannelli didattici contenenti una planimetria dell’edificio che illustri la nuova disposizione degli spazi interni e la collocazione del nuovo Polo Culturale;
  • l’implementazione sul sito del Comune della pagina web dedicata alla biblioteca con contenuti testuali e multimediali e in cui sarà possibile conoscere la storia dell’edificio, esplorare il patrimonio librario e le collezioni presenti, conoscere la programmazione culturale, gli eventi e le attività dei laboratori.

Importo complessivo dell’intervento € 517.893,22 di cui € 372.293,13 erogati come contributo dalla Regione.

 LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLE FACCIATE DEI TEATRI COMUNALI”

Stato dei luoghi e descrizione dell’intervento

L’intervento prevede la messa in sicurezza delle facciate dei teatri D’Annunzio e Cafaro e del resto del Palazzo della Cultura. Le problematiche emerse dalle indagini conoscitive sono legate principalmente al distacco di notevoli porzioni del rivestimento delle facciate, sia dai cornicioni che dalle tamponature perimetrali, nonché al rigonfiamento dei frontalini dei solai per distacco del copriferro in calcestruzzo che ricopre le armature.

Sulle facciate dell’edificio è prevista la rimozione delle lastre in travertino e il successivo ripristino.

Nelle porzioni dei marciapiedi posti a ridosso dello stabile, in cui nel tempo si sono verificati cedimenti con pericolo per l’incolumità pubblica, è prevista la rimozione degli stessi e il ripristino prima del sottofondo poi degli strati di finitura precedentemente rimossi.

L’intervento ha un costo complessivo di 700mila euro e sarà finanziato con contributo regionale pari al 90% delle spese mentre la restante parte sarà a carico del Comune.

PROTOCOLLO D’INTESA COMUNE DI LATINA, REGIONE LAZIO E FONDAZIONE MAXXI PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI ARTISTICO-CULTURALI E LA VALORIZZAZIONE DI LATINA
COME CITTA’ DI FONDAZIONE

Il protocollo d’intesa tra il Comune di Latina, la Regione Lazio e la Fondazione MAXXI, approvato con delibera di giunta n°369/2017, è stato sottoscritto allo scopo di avviare una collaborazione tra le parti per la realizzazione di attività di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale del capoluogo pontino.

L’accordo nasce su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura in seguito ad un percorso condiviso con la Regione e il MAXXI che ha anche portato alcuni rappresentanti del museo capitolino in città per un tour guidato tra i luoghi della cultura di Latina. In occasione della visita la Fondazione ha manifestato l’interesse a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale presente a Latina dove l’architettura razionalista delle Città di Fondazione trova le sue espressioni più autentiche e significative.

In virtù dell’intesa è stata allestita al museo Cambellotti la mostra “Beau Plan” dedicata all’architetto e urbanista Oriolo Frezzotti e si è svolto al MAXXI l’evento “Da Littoria a Latina: un modello per le città di fondazione” con proiezione del documentario inedito di Antonio Pennacchi “Viaggio per le città del duce – Borghi di Sicilia” e dibattito con lo scrittore a seguire. Nell’ambito del protocollo sono previste altre attività legate sempre al tema delle Città di Fondazione tra cui l’avvio di un progetto per la creazione di un Sistema culturale integrato tra le 7 Città nuove: Latina, Sabaudia, Pontinia, Aprilia, Pomezia, Guidonia e Colleferro.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *