Ex centrale di Borgo Sabotino

L’edificio boiler della centrale nucleare di Borgo Sabotino a Latina non è più lo stesso in quanto sono stati smantellati tutti i blocchi di cemento e ferro che costituivano l’armatura superiore della struttura, alta circa 50 metri. I primi lavori di smantellamento sono terminati ed ora si procederà al taglio dei boiler, che dovrebbe terminare nel giugno 2022. Il progetto è in fase di approvazione. A presentare lo stato dei lavori è stato l’ingegnere Agostino Rivieccio, direttore del decomissioning delle centrali di Latina e Garigliano, che si è detto molto soddisfatto perché sono terminati in anticipo rispetto alla tabella di marcia, che prevedeva la discesa dell’ultimo blocco a gennaio 2021 e che invece c’è stata nel pomeriggio del 20 ottobre: “Un risultato che è stato possibile grazie all’impegno di tutti gli operai, 7 Sogin e 30 esterni, e ad una programmazione rigorosa di tutte le operazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui