Drive in

Non solo Formia, anche Latina ha dovuto sobbarcarsi l’onere di organizzare il drive – in per effettuare i tamponi che sono stati richiesti per i cittadini che sono potenzialmente stati contagiati. La coda di auto si è snodata intorno alle 9.30 di giovedì 17 settembre per le vie del centro città e arrivava fino in viale XXI Aprile, attraversando parte della cironvallazione per arrivare al Goretti . Una situazione che forse non si era mai creata a Latina da quando è stata attivata la postazione per i tamponi drive in. Si preannuncia un’affluenza molto alta anche oggi, con decine di persone che già questa mattina presto si sono messe in fila nei pressi del nosocomio del capoluogo. E a proposito di questo, il commento del sindaco di Formia che ha visto una postazione del drive-in in azione nella giornata del 15 settembre, ha detto cosa intende per un maggior servizio nei confronti dell’utenza, rivolgendo il suo appello proprio per avere un drive-in fisso nel Golfo di Gaeta, da installare presso l’ospedale Liegro a Gaeta, o in un’altra sede decisa dall’Asl: “Insediare un punto drive in dotato di tutta la strumentazione utile dove effettuare i tamponi necessari e richiesti per la diagnosi differenziati in ordine alla patologia presso l’ospedale di Gaeta è una soluzione ottimale vista anche la presenza degli spazi necessari ed al fine di evitare che i soggetti interessati da una possibile infezione devono recarsi, se non inseriti sulla piattaforma aziendale, a 100 km di distanza per effettuare una diagnosi o devono attendere l’arrivo degli operatori della Asl”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui