pontina1Blitz di alcuni esponenti del “Comitato No corridoio Roma-Latina” nella sede della massima assise del Lazio. Una persona incatenata, le bandiere del Comitato, alcuni cartelli esposti; è questa la protesta avvenuta ieri mattina nel cosiddetto “Acquario” del consiglio regionale. La persona incatenata a una delle poltrone, ha chiesto un incontro con il Presidente Zingaretti, per elencare i danni che il corridoio può derivare, sia a livello economico, che paesaggistico. I Comitati hanno comunicato di avere un progetto in base al quale con la messa in sicurezza della Pontina, considerato che il corridoio Roma-Latina non prevede la messa in sicurezza della ex 148 già esistente, si risparmierebbero soldi e opere devastanti. Il prossimo 2 Febbraio alle 15, l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Fabio Refrigeri, riceverà insieme ai vertici di Autostrade del Lazio, i Comitati che si oppongono alla realizzazione dell’autostrada Roma-Latina, e della Cisterna-Valmontone. I manifestanti annunciano che all’incontro porteranno i tecnici e i sindaci di Aprilia e Pomezia, per esporre un progetto che in due mette in sicurezza tutta la Pontina. Annunciano inoltre di voler salvare i soldi stanziati e metterli su un altro progetto veramente efficace. Protesta forte dei Comitati, quindi, che non mollano la presa e portano avanti la loro battaglia.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui