imagesSono tante le donne che dalla fine dell’ ottocento, si sono impegnate con coraggio e determinazione contro pregiudizi e luoghi comuni, nelle rivoluzioni politiche, sociali ed economiche, influenzando la storia. Grazie al loro impegno si avviò il progresso legato alla società civile, fra queste, si ricorda una signora dell’alta borghesia inglese Emmeline Parkhurst, che nel 1903 fondò l’Unione sociale politica e femminile. In seguito diede vita al movimento politico femminista che lottò con comizi e manifestazioni pubbliche, per ottenere il diritto al suffragio universale, le sue militanti ricorsero anche ad azioni violente, disturbavano i comizi dei deputati e incendiavano negozi ed edifici pubblici. Solo nel 1918 riuscì ad ottenere il diritto di voto, una concessione che fu introdotta nella legislazione internazionale solo a partire dal 1948, quando le Nazioni Unite adottarono la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Un’altra donna che nel secondo dopoguerra occupò prepotentemente la scena politica fu Eva Duarte meglio conosciuta come Evita: dopo il matrimonio con il presidente Juan Peròn fu capace di trascinare i lavoratori a rivoltarsi e tra mille contraddizioni, trasformò l’Argentina, nel paese più democratico dell’America latina. Diventò la santa dei “descamisados”, persone talmente povere da non potersi permettere neanche una camicia, la sua morte prematura a 33 anni, però, aprì la porta a disordini e a un golpe militare. A segnare il XX secolo è stata Maria Teresa di Calcutta, il cui nome è legato alle Missionarie della Carità, ordine da lei fondato per operare a favore delle genti più povere del mondo:a lei è stato conferito nel 1979 il premio Nobel per la pace. Maria Curie invece è considerata la prima e forse la più importante scienziata donna, prima persona nella Storia a vincere due premi Nobel, uno per la fisica e uno per la chimica: si dedicò allo studio delle sostanze radioattive, riuscì ad isolare due nuovi elementi, il radio ed il polonio, una ricerca che le costò la vita a causa delle lunghe esposizioni alle radiazioni di cui all’epoca si ignorava la pericolosità

Rino Sortino
Author: Rino Sortino

Giornalista e opinionista televisivo, nel passato ha partecipato in qualità di opinionista a trasmissioni quali "passione sport" presso lazio tv e gold tv

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui