Locandina mostra Ci sono anche io
Locandina mostra Ci sono anche io
Mostra
Mostra
Mostra
Mostra
Volontari Casa dei Libri
Volontari Casa dei Libri
Mostra
Mostra
Mostra
Mostra
Mostra
Mostra

Mercoledì 26 maggio c’è stata l’inaugurazione di una mostra di libri illustrati alla casa dei Libri a Formia dal titolo “Ci sono anche io – Fuori dagli stereotipi, dentro la realtà.” E’ u na mostra itinerante ideata e curata dalla Casa Editrice Lo Stampatello in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale Scosse.

Questa esposizione ha sicuramente un target poco convenzionale per l’infanzia (o-12 anni), ma le 35 case editrici che hanno aderito all’iniziativa, sistemando le loro pubblicazioni su pannelli interattivi come delle grandi pagine aperte, confrontandosi con il mondo che cambia e che include le differenze attraverso la scoperta dei volumi in mostra, favole rivisitate per adattarsi ai giorni nostri per combattere gli stereotipi e la paura del diverso. Questo perché l’essere umano è un animale sociale che ha bisogno di condivisione per essere felice. Raccontare di loro e raccontare a loro sono i due gesti che riportano dentro al girotondo dei propri simile bambini e bambine lasciati fuori dalla rappresentazione adulta della realtà. Gli albi illustrati per bambini diventano strumenti di crescita che per l’immediatezza del loro linguaggio e la forza delle immagini sono in grado di trasmettere ai piccoli ma anche agli adulti che li accompagnano contenuti di grande valore sociale e culturale. Le storie sono suddivise in quattro temi:

  1. Famiglie: tradizionali, omogenitoriali, miste, adottive, separate, monogenitoriali, ricomposte….
  2. Ruoli di genere: differenze, stereotipi, identità, libertà, parità,….
  3. Migrazioni: accoglienza, origini, distanze, partenze, arrivi, fughe, culture, avventure,….
  4. Abilità: diverse, sociali, sensoriali, motorie, cognitive, misteriose, ….

L’obiettivo dei racconti selezionati tra gli albi illustrati pubblicati in Italia è far sentire incluso chi può essere additato come diverso. Quando mancano comunicazione, empatia, nascono gli stereotipi, perché le differenze finiscono per divider facendo soffrire chi non si sente accettato, ed i piccoli soffrono di più, ed èil motivo per cui è nata la mostra.

Due parole sull’associazione Scosse, un’associazione di promozione sociale nata nel 2011 e fondata da giovani donne che hanno diverse competenze, unite dal desiderio di costruire una società più libera, giusta ed inclusiva. La loro promozione si svolge attraverso l’incontro, tra le culture e la valorizzazione delle differenze, le pari opportunità, l’accoglienza, per conciliare i tempi di vita e di lavoro per il contrasto alla precarietà e allo sfruttamento professionale, per diffondere pratiche di mutualismo e di cittadinanza attiva. Durante l’inaugurazione della mostra si sono cimentati in un saggio musico teatrale i piccoli che sono statio coinvolti positivamente attraverso il gioco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui