Nas

C’ è stata una ordinanza del sindaco che ha decretato la chiusura di un’attività di tatuaggi dopo che sono stati effettuati i controlli da parte dei carabinieri dei Nas di Latina, che hanno verificato che la persona titolare dell’attività esercitava la professione di tatuatore in uno studio privo delle prescritte attrezzature, dei requisiti strutturali e inoltre senza aver presentato la Scia e richiesto il nulla osta igienico sanitario. Una condizione in aperto contrasto con quanto previsto dalla vigente normativa regionale che disciplina questa specifica attività. Il Nas ha inviato una segnalazione al Comune di Pontinia e il sindaco ha emesso un’ordinanza di chiusura e sospensione dell’esercizio. Il valore della struttura chiusa ammonta a circa 120mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui