Catherine Zeta-Jones ha compiuto 50 anni

Catherine Zeta -Jones

Una donna che compie gli anni nella stessa data di suo marito, anche se hanno 25 anni di distanza  perchè l’attrice gallese Catherine Zeta-Jones il  25 settembre ha compieuto 50 anni e suo marito Michael Douglas ne ha fatti 75.  Una coppia di ferro, soprattutto perché ha superato momenti difficilissimi e  tempeste di tutti i tipi in quanto da anni l’attrice gallese convive con la sindrome bipolare, che provoca cambiamenti bruschi e incontrollabili d’umore,  a meno che non si facciano le terapie che tendono a stabilizzare la persona.   Douglas ha affrontato un duro periodo quando gli è stato diagnosticato il tumore alla gola. Incautamente aveva dichiarato di averlo contratto a causa del sesso orale, provocando la reazione della moglie e portando la coppia a un passo dal divorzio (la cifra in ballo era pari a 130 milioni di dollari) e in più il divo affrontava momenti drammatici con il figlio tossicodipendente nei guai con la giustizia.  Ma la Zeta-Jones e Douglas sono riusciti ad andare oltre tutto questo, rinsaldando la loro unione. I due si conobbero nel 1998 al festival francese di Deauville. “La guardai e le dissi che volevo essere il padre dei suoi figli“, ha raccontato Douglas, rievocando il loro primo incontro. Ne hanno avuti due: Dylan Michael (2000) e Carys Zeta (2003). L’anno prossimo i due attori festeggeranno i vent’anni di matrimonio.  In merito ai suoi 50 anni, l’attrice ha detto: “Ho più frecce al mio arco di quante ne avessi da ragazza e accettare d’invecchiare mi regala una libertà inedita”. Premiata con l’Oscar come migliore non protagonista in “Chicago”, Catherine è stata molto lodata a Broadway come attrice teatrale. Michael Douglas continua ad essere molto impegnato come attore e produttore cinematografico.  Per stare vicino al marito colpito da tumore, Catherine Zeta-Jones aveva ridefinito la sua presenza al cinema: “L’importante era Michael, ho scelto parti minori e più leggere ma in più film e di argomento brillante”. E sul disturbo bipolare che per la prima volta rivelato nel 2012: “Sono quasi stufa di parlarne, ma l’ho fatto per dare coraggio a chi come me ne soffre. Molte altre persone vanno avanti nella loro vita sopportando mali come il mio.  Ho potuto contare sulle persone che mi amano, che mi incoraggiano, che mi sono amiche. Questo è fondamentale”. 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *