Damiano Coletta

Nuovo videomessaggio il 2 aprile del sindaco di Latina Damiano Coletta. Una diretta arrivata al termine di una giornata che ha fornito dati confortanti sul fronte contagi nella città di Latina e nel resto della provincia e durante la quale il Comune ha pubblicato l’avviso pubblico per l’erogazione dei cosiddetti buoni spesa, contributi economici da destinare alle famiglie che sono in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus.  Il consueto bollettino della Asl Latina del  2 aprile, ha confermato 6 nuovi casi in tutto il territorio pontino, distribuiti tra i territori di Terracina (2), Fondi (2), Cisterna (1) e Gaeta (1), per un totale di 304 contagi – sono 260 i pazienti in carico -. Nessun nuovo caso è stato registrato per il terzo giorno consecutivo a Latina città – da martedì 31 marzo a giovedì 2 aprile – e due soli erano stati ufficializzati negli altrettanti giorni precedenti. Un trend in calo dall’inizio di questa settimana nel capoluogo dove sono 63 i casi totali, anche se questo non significa abbassare la guardia. Un messaggio che è stato ribadito anche dal sindaco Coletta:. “Questi dati che possiamo definire non negativi non vanno interpretati come una possibilità di diminuire l’attenzione; dobbiamo essere ancora più rigorosi in questa fase. Un solo errore commesso da una persona può compromettere la situazione per tutta la collettività. C’è il rischio di avere altri contagi se non rispettiamo il distanziamento sociale, l’isolamento, le precauzioni e le norme che ci sono state imposte”.  Il sindaco Coletta si è soffermato a spiegare le modalità e i criteri con cui i cittadini che sono in difficoltà possono usufruire dei buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari: “Si tratta di una soluzione tampone grazie alle risorse che sono state stanziate dal Governo centrale e dalla Regione Lazio. In questi giorni i Servizi Sociali si sono attivati per elaborare un sistema che fa riferimento a quanto stabilito dalla delibera della Regione integrato con quanto prescritto dal Governo centrale con il finanziamento erogato dalla Protezione Civile. Con questa misura cerchiamo didare un po’ di ossigeno ad una fetta di popolazione; abbiamo infatti individuato all’incirca 3mila famiglie che potenzialmente potrebbero usufruire del buono spesa.”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui