Caserta, truffa nel settore dello smaltimento rifiuti: i Carabinieri di Maddaloni arrestano imprenditore

Discarica
Camion

I militari della Compagnia Carabinieri di Maddaloni, dopo una prolungata e complessa attività di indagine coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nonché ad un decreto di sequestro preventivo per l’importo di 381.681 euro nei confronti di Luciano Sorbo, amministratore delegato della Esogest Ambiente nonché procuratore speciale di Gesia spa, ditte specializzate nel settore dello smaltimento rifiuti, ritenuto responsabile del reato di truffa aggravata e falso.  Le risultanze finora raccolte hanno permesso di delineare le incolpazioni provvisorie in capo all’imprenditore, la cui condotta criminosa si è estrinsecata nell’alterazione del sistema di pesatura degli automezzi che conferivano i rifiuti della categoria umido/organico, presso lo stabilimento Gesia di Pastorano, in modo tale da far apparire un quantitativo di rifiuti superiore rispetto a quello reale, inducendo in errore, circa i dati riportati nei formulari e nelle fatture, i Comuni di Vitulazio e Bellona che corrispondevano così, a favore della ditta, importi gonfiati. In realtà le investigazioni, i cui risultati sono soltanto parziali, hanno consentito di disvelare un collaudato sistema truffaldino mediante il quale il Sorbo è riuscito ad alterare sistematicamente i dati inerenti il peso rilevato dei camion che smaltivano i rifiuti organici, facendo in modo da far apparire che presso lo stabilimento della Gesia veniva smaltito un quantitativo di rifiuti ben superiore a quello effettivo, lucrando ingenti importi sulla differenza.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *