CasaPound Latina denuncia il business dell’accoglienza degli immigrati

Sede CasaPound

CasaPound Latina vuole rimarcare il fatto che la loro battagli sui migranti è giusta: “Confermati i sospetti avanzati da CasaPound”, così titola Latina Oggi.

Dopo il nostro esposto in procura i vigili urbani hanno confermato la presenza di un immobile completamente abusivo che ospita un centro di accoglienza in strada Novella, a conferma se ce ne fosse  ancora bisogno, del business esistente sull’immigrazione.

Avevamo “scoperto” l’abuso enorme di Via Nascosa con il susseguente sequestro e arresto dei proprietari in cui la cooperativa Karibù era pronta a pagare 15.000 euro al mese e segnalato le anomalie di tanti centri di accoglienza che ospitano numeri di immigrati spropositati rispetto alla metratura degli edifici, denunciato scarichi fognari illegali sempre in Via Nascosa.

Ebbene avevamo ragione, ma ora sarebbero da individuare le responsabilità di chi ha permesso alle cooperative di prendere in affitto locali abusivi o con gravi irregolarità e poniamo alcune domande: la Prefettura non sapeva? Gli ispettori non hanno mai visto nulla oppure se segnalavano qualcosa le pratiche venivano insabbiate? L’amministrazione comunale di LBC, grande sponsor di cooperative e di accoglienza ha chiuso gli occhi?

L’opposizione in consiglio comunale non ha  mai presentato una interrogazione sulle anomalie dei centri di accoglienza o sul business dell’immigrazione, per cui ci prendiamo interamente il merito di aver alzato e segnalato il problema, così come abbiamo fatto per i collegamenti tra coop e caporalato.

Come sempre la vera opposizione in città siamo noi.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *