Caos alla stazione di Latina bloccate da maestre pendolari inferocite per un ritardo della circolazione dei treni

Latina Scalo

Storie di un ordinario ritardo dei treni sulla tratta Roma – Napoli, che però questa volta ha scatenato una reazione giustificata: nella mattinata del 15 novembre alla stazione di Latina Scalo è stato fermato il treno diretto a Roma per protesta. Il treno che sarebbe dovuto partire alle 6.56 (arrivato con 15 minuti di ritardo) è ripartito alle 7.45 perché i pendolari hanno bloccato le porte. Da quanto si apprende, a protestare sono state le insegnanti che da Napoli devono raggiungere fermate intermedie come Cisterna, Campoleone o Pomezia, che il treno regionale veloce non prevede. Sono costrette a scendere a Latina e poi a prendere il nuovo treno verso la fermata di interesse. Ma in questa circostanza il treno in partenza da Napoli ha accumulato ritardi e, per questo, è nata la protesta a Latina per chiedere che il treno regionale veloce verso Roma fermasse anche a Campoleone.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *