Cani e gatti così diversi ma così vicini all’uomo

Nonostante cani e i gatti (i tradizionali amici dell’uomo) non sono notoriamente amici uno dell’altro, eppure se crescono insieme, il loro legame si può consolidare in un rapporto di fiducia e di amicizia che li può portare a dormire insieme, oltre che a giocare. Il loro tipo di relazione si sviluppa più facilmente se i due animali cominciano a vivere insieme sin da cuccioli, così scrive Nicoletta Magno allevatrice di gatti nel suo recente volume “Il linguaggio del gatto”. Da sempre esiste un forte legame tra l’uomo e il cane (entrambi possiedono la stessa gamma di emozioni primarie, gioia, amore, paura, ansia, rabbia) che risale all’antichità, il cane è stato anche il primo animale addomesticato dai cacciatori nella preistoria che poi con l’uomo si è evoluto insieme. Ogni razza canina presenta delle predisposizioni verso certe malattie ed è errato pensare che meticci e bastardini siano più sani e forti. Ci sono esemplari più robusti ed altri più delicati di salute, ma non esiste una razza perfetta, immune alle malattie, chi desidera aver cura di un cane deve mettere in conto di curarne la salute, qualche volta anche a caro prezzo. I cani come gli umani si ammalano e invecchiano e le terapie per gli interventi chirurgici veterinari hanno un costo eccessivo: è stato calcolato che per un cane di taglia media si spendono fino a 1.800 euro all’anno, per questo è anche accaduto che degli irresponsabili al primo problema di salute che sopraggiunge, riesce ad abbandonare il proprio cane anche sull’autostrada e questo reato oltre che punito dalla legge è da condannare soprattutto dal punto di vista morale. Ogni razza presenta dei rischi, alcuni cani da strada potrebbero rivelarsi più vulnerabili alle malattie degli esemplari di razza e viceversa, gli Alani sono considerati una razza delicata e poco longeva insieme ad altre razze di grande mole come i mastini napoletani. Normalmente le razze giganti invecchiano precocemente, a 6 anni sono già anziani e possono evidenziare le malattie della terza e quarta età, ma anche i cani di razza piccola possono avere problemi di salute come i Bassotti che soffrono spesso di discopatie per la loro conformazione, quello che è certo è che l’affetto, le cure, le coccole e le attenzioni fanno vivere un cane più a lungo e più in buona salute. Il gatto invece è notoriamente un animale autonomo e indipendente che detesta gli ordini e ama fare quello che vuole, mentre i cuccioli di cane, si devono educare a sporcare fuori casa, con i gatti è diverso e per abituarli a sporcare nella lettiera è sufficiente collocare la relativa cassetta in un luogo tranquillo e appartato. La cosiddetta allergia al pelo del gatto è in realtà un’ipersensibilità a una proteina presente nella saliva dei gatti, la Fel D1 e di conseguenza anche sul loro pelo. Il gatto è percepito come un animale “femminile”, sono sopratutto le donne ad adorare il suo spirito libero e lo rispettano, gli uomini invece tendono più facilmente ad imporsi su di loro come farebbero su un cane, un’attitudine questa, che con i felini non si dimostra conveniente.
Rino R. Sortino

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *