Foto di Gruppo
Federico Sparagna
Lorenzo Macari
Domenico Noviello
Mario Trabucco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una trasferta per la squadra giovanile del Circolo Nautico Caposele con un buon risultato complessivo dei team del Circolo Nautico Caposele e un ottimo 8° posto nel campionato italiano cadetti di Federico Sparagna

La trasferta a Crotone  per il club era un vero banco di prova organizzativo e tecnico, 10 atleti selezionati  in partenza poi  ridotti ad 8 per  la rinuncia di 2 atleti laser , Luca Di Russo e Piergiorgio Fontana per motivi personali e fisici. Una trasferta complessa durata 11 giorni che porta alcuni successi, e vari motivi di riflessione per un ulteriore crescita.

Il campionato iniziava con i più piccoli nella classe optimist, tre giorni con condizioni diverse, un primo giorno con una sola regata con poco vento con onda formata con una sola prova che andava ridotta,  ma che il comitato ha lasciato proseguire, con i tre portacolori  del club Lorenzo Macari,  Domenico Noviello e Federico Sparagna che concludevano la regata dal 15° posto in su. Un secondo giorno di attesa a terra del vento senza poter uscire e un terzo giorno con vento in continuo aumento. In questo terzo giorno Federico Sparagna piazzata un brillante primo posto con distacco sul secondo che lo portava in quel momento a podio. Dalla seconda prova il vento cresceva e Federico difendeva bene un possibile podio, buoni anche i risultati degli altri 2 atleti. La terza prova si correva con vento forte condizione non certo adatta a Federico che é molto leggero che pur non sfigurato chiudeva nei primi 15  ma vedendo così sfuggire il podio è accontentandosi di un 8 posto,, che per adesso é il miglior risultato di un atleta di Formia a un Campionato Italiano,  bene anche lorenzo macari che chiude 31° pagando anche troppo qualche errore tattico, domenico noviello alla sua prima esperienza a un Campionato Italiano ha regatato spesso al di sotto delle sue reali possibilità, sicuramente la tensione e l’emozione sono state decisive portandolo  a un risultato di media classifica, ma per l’atleta che l’anno scorso non era riuscito a qualificarsi questo campionato resta un punto di partenza.

Archiviato il campionato dei più piccoli dopo un giorno iniziavano  gli juniores, nelle classi optimist e laser.

Nell’optimist  Mario Trabucco nelle condizioni di medio vento ha parziali da podio un terzo e  un sesto posto mettendo dietro anche il neo campione del mondo di optimist. Purtroppo Crotone é famosa per il vento forte e alla fine saranno solo tre su 8 le prove nelle condizioni adatte a Trabucco che pesa 34 kg ed esordiva nella classe a livello juniores, il risultato alla fine sarà nella seconda parte della classifica, il risultato é da valutare come molto importante, infatti non era scontato per lui esordiente qualificarsi, e risultati nelle prove con medio vento sono stati nettamente superiori alle aspettative.

Nel campionato laser partivamo con un team con una breve attività siamo partiti ad ottobre 2016 e di   4 atleti portati  a Crotone molti hanno iniziato la categoria o il tipo di armo specifico da pochi mesi.

La prima giornata metteva già in difficoltà l’atleta col miglior curriculum nella classe nella seconda prova infatti Fabio Schettino aveva un incidente mentre era tra trai primi con un avversario che gli spezzava la barra del timone, costretto al ritiro a terra la protesta veniva rigettata in modo pilatesco dalla giuria, trovata la soluzione per far proseguire il campionato, Fabio paga l’esordio con la vela più grande, il vento forte dei giorni successivi e il nervosismo di questo incidente , mostra indubbie qualità di passo e un poco di mancanza di resistenza fisica, ha margini di crescita elevati nel laser Radial il 21° posto in silver deve essere un punto di partenza.  L’altro atleta nei radial é matteo Martellucci del 1 circolo remiero di Terracina mostra una gran voglia una crescita nelle partenze patisce, lui non altissimo  oltre modo il vento forte e qualche inesperienza, chiude 25° silver.

Nella classe laser 4.7 dedicata ai più  piccoli ottimo esordio di Antonio D’Urso passato ad aprile dall’optimist con i suoi 12 anni era tra i più piccoli nel laser nei primi due giorni con medio vento é tra i migliori, ma con il vento forte paga il suo poco peso chiudendo 25° in silver, Antonio é talmente giovane che ha grandi possibilita. In ultimo l’altro atleta di Terracina Gabriele Maimone paga nei primi 2 giorni la pochissima esperienza di regata ma cresce prova dopo prova fino a risalire al 17 posto in silver considerata la giovane età e il fisico ottime prospettive.

Il tecnico delle squadre Emilio civita é soddisfatto con qualche rimpianto per quanto di buono visto dagli 8 atleti a volte compromesso per inesperienza e altro.

Da domani di nuovo in acqua per arrivare a crescere ulteriormente nel 2018.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui