Classe

E’ stato finalmente reso noto dalla Regione Lazio il calendario per l’anno scolastico 2017/2018, valido per tutte le istituzioni scolastiche regionali di ogni ordine e grado. Le lezioni, per il quarto anno consecutivo dopo l’approvazione del calendario pluriennale, inizieranno il 15 settembre 2017 e termineranno l’8 giugno 2018, mentre per le scuole dell’infanzia il termine è il 30 giugno 2018. Ha spiegato la Regione:  “Le singole istituzioni scolastiche nella propria autonomia, avranno la possibilità di effettuare degli adattamenti al calendario regionale, purché siano garantite l’apertura entro e non oltre il 15 settembre e la chiusura l’8 giugno, con un numero minimo di 206 giorni di lezione (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 6 giorni alla settimana); numero minimo di 171 giorni di lezione (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 5 giorni alla settimana).”Secondo il calendario approvato dalla Regione, la sospensione delle lezioni è stabilita per le seguenti festività nazionali: 1° novembre, 8 dicembre, 25 e 26 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio, 1° aprile – Pasqua, 2 aprile Lunedì dell’Angelo, 25 Aprile, 1° maggio, 2 giugno, Festa del Santo Patrono. Le scuole resteranno chiuse, inoltre, dal 23 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018 per le vacanze di Natale e dal 29 marzo al 3 aprile 2018 per quelle pasquali. Ha dichiarato il vicepresidente con delega alla Scuola, Massimiliano Smeriglio:  “A pochi giorni dalla chiusura dell’anno scolastico, confermiamo il calendario pluriennale, strumento adottato per venire incontro alle esigenze organizzative di scuole, alunni e famiglie: la Regione Lazio nei prossimi mesi concluderà la consegna in tutte le scuole secondarie di secondo grado del kit 3D formato da stampante, scanner, tablet e piattaforma digitale, già consegnato in 200 scuole; mentre con Scuola di Squadra le nuove attrezzature sportive sono arrivate in 230 istituti. Parallelamente a questi due progetti proseguiamo sulla strada dell’incremento dell’offerta formativa grazie al bando Fuoriclasse riservato ai progetti speciali per le scuole”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui