Bolzano, traffico di droga in una macelleria islamica: la Polizia arresta 12 persone

Droga

E’ da sempre considerata una provincia tranquilla quella di Bolzano, dove veramente cose di questo genere accadono di rado, ma comunque è accaduta. Infatti La Polizia di Stato di Bolzano ha arrestato 12 soggetti (10 cittadini marocchini e 2 italiani) per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’indagine, denominata Black Gold, ha preso avvio nel febbraio 2016 ed ha consentito di disarticolare un’associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga, in particolare di hashish, importato dalla Spagna e smerciato poi in tutta Italia. Sono stati effettuati sequestri di sostanze stupefacenti, oltre che sul territorio nazionale, (Trentino Alto Adige, Piemonte, Lombardia, Veneto, Puglia), anche all’estero (Francia). A capo dell’associazione sono stati individuati 3 fratelli marocchini, giunti in Alto Adige lo scorso anno dalla Spagna e che, dal loro maso, situato in Val Pusteria, gestivano mensilmente l´introduzione nel territorio nazionale di centinaia di chili di hashish. I tre avevano anche nella loro disponibilità una macelleria islamica di Bolzano, che è stata sottoposta a sequestro dalla Polizia, dove pianificano i traffici illeciti e avveniva il pagamento delle singole partite cedute agli altri soggetti arrestati. Le indagini, portate a termine dalla Squadra Mobile della Questura di Bolzano, hanno consentito di arrestare 22 persone (oltre alle 12 odierne, altre 10 in flagranza di reato durante l’indagine), di denunciarne a piede libero ulteriori 10 e di sequestrare circa un quintale di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed hashish. Ulteriori dettagli verranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà stamattina in Questura.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *