00000000000000Nella serata di Martedì 12 Gennaio, i militanti di CasaPound, hanno affisso uno striscione sui muri dell’ospedale recante la frase “Voi tagliate…e questi tagliano”, e il disegno di un uomo nell’atto di forzare l’entrata del nosocomio, a seguito del furto nei giorni scorsi di macchinari medici per un valore stimato che arriverebbe a 400.000 euro. Il movimento ha poi effettuato un sopralluogo per verificare l’effettiva sorveglianza della struttura. Per voce del responsabile Marco Savastano, CasaPound fa sapere che “Siamo entrati al Santa Maria Goretti alle 22, e abbiamo visionato diversi piani senza essere fermati da nessuno. Siamo addirittura arrivati fin sull’uscio delle sale operatorie, trovando sul nostro percorso diversi macchinari medici. E’ inaccettabile che, un ospedale che svolge una funzione importantissima per gran parte della provincia, sia abbandonato totalmente a se stesso. Riteniamo gravissimo che dopo i deprecabili furti subiti, non si sia alzato il livello di sorveglianza e i controlli all’ingresso. Con questa azione vogliamo denunciare il reale stato di abbandono della struttura, e pubblicheremo a breve un video-resoconto del nostro sopralluogo. Come CasaPound non accettiamo che la sanità pubblica sia lasciata andare all’incuria e alla negligenza, e che gli operatori sanitari siano abbandonati a loro stessi nello svolgimento del proprio lavoro”.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui