obelisco2-kOqF--1280x960@ProduzioneL’Adnkronos riporta questa notizia: ““Il nostro marmo contro il vostro silicone!”, firmato “AreAzione”. E’ quanto si legge, in caratteri neri e rossi, su un artigianale cartello affisso sull’Obelisco del Foro Italico, balzato agli onori della cronaca dopo le affermazioni del Presidente della Camera, Laura Boldrini, che ha suscitato un polverone di polemiche per aver ipotizzato la rimozione dal monumento della scritta ‘Dux’. Su due foglietti affissi poco sopra il manifesto si legge inoltre “Proprietà della storia””. Pare che le affermazioni del Presidente della Camera Laura Boldrini siano state smentite. Delle smentite dei politici è sempre meglio diffidare, così – forse – delle dichiarazioni non ufficiali. Resta il clamore di tale notizia. E ce ne occupiamo non per entrare nei meriti (è evidente si tratti, se vera, di una clamorosa scemenza) della vicenda o per commentare l’ennesima discutibile uscite del presidente Boldrini, ma per una nota a margine che riguarda la città di Roma e gli striscioni. Si è molto sparlato, più che parlato, in merito alle vicende che hanno riguardato la curva sud dell’AS Roma e gli striscioni. È un binomio che spesso suscita polemiche, più per il servilismo dei media che per il reale contenuto degli stessi, ma tant’è. Siccome il provvedimento punitivo e rieducativo preso contro i tifosi della Roma è stato quello di chiudere tutto il luogo dove gli striscioni giudicati offensivi sono stati esposti, mi domando: chiuderanno piazza Lauro de Bosis, dove sorge l’obelisco sul quale è stato affisso un altro striscione, probabilmente anch’esso offensivo?

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui