Benedetto Crocco del Partito Comunista di Gaeta commenta la situazione dell’Iran


Marco Rizzo

Il Partito comunista di Gaeta condanna la possibile discesa in guerra in Libia e anche l’azione militare Usa in Iran. Ecco quello ha riportato uno dei suoi attivisti, Benedetto Crocco: “Non vogliamo che dall’Italia partano azioni di guerra. A Gaeta furono condotte le operazioni per l’invasione della Libia che hanno portato instabilità, terrorismo e emigrazioni di massa incontrollate. Ora si parla di spostamento di maggiori soldati e missili atomici sul nostro territorio. Basta! FUORI LA NATO DALL’ITALIA, FUORI L’ITALIA DALLA NATO! Vogliamo Pace e Lavoro. Non vogliamo che a decidere le nostre sorti siano le multinazionali di USA e UE e gli apparati militari. Che il Popolo torni davvero Sovrano: tutto il POTERE AI LAVORATORI!” Un pensiero che riprende anche quello del segretario nazionale, Marco Rizzo: ” L’assassinio del generale iraniano Soleimani ci può far riflettere su cosa sono gli Stati Uniti d’America e come mai si permettono di decidere la sorte degli individui, dei popoli e dell’intero pianeta. Certo la nostra posizione non nutre simpatia verso nessuna teocrazia ma è di vera lotta all’imperialismo. Via le basi militari USA dall’Italia. Fuori dalla Nato, dalla UE, dall’Euro, perché a decidere siano i lavoratori, cioè chi produce davvero la ricchezza del Paese.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *