Belgio-Italia: amichevole con vista Europeo

marco-verratti-italy_4a8hofscsh9e1n6ngvmi1r89h
Marco Verratti, centrocampista del Psg e della Nazionale, assente pesante in questa amichevole Belgio-Italia

Mancano ancora 7 mesi all’inizio degli Europei, ma tutti i giocatori che scenderanno in campo sanno che ormai le gerarchie sono state disegnate ed adesso le si deve definire solamente nei dettagli: a meno di gravi infortuni, prestazioni altamente deludenti con il proprio club o exploit sensazionali di grandi assenti (come ad esempio Balotelli e Giuseppe Rossi) la formazione che sbarcherà in Francia alla ricerca del secondo titolo continentale sarà più o meno quella schierata stasera contro il Belgio. Infatti, molto probabilmente Pirlo non ci sarà con la Nazionale nel 2016, mentre è quasi sicuro che l’infortunato Verratti (foto a sinistra) nonostante l’assenza di questa sera sarà una presenza fissa nel centrocampo Azzurro.

L’Italia stasera si schiererà con un 4-4-2, con l’intramontabile Buffon fra i pali; Chiellini e Bonucci protetti da Darmian a destra e De Sciglio a sinistra; centrocampo composto da El Shaarawy, Marchisio, Parolo e Florenzi, mentre in attacco Eder supporterà Pellè, in un momento di forma invidiabile. In panchina ci saranno ben 16 giocatori, fra cui spiccano Bonaventura, Sirigu, Barzagli, Candreva, Gabbiadini e Zaza, pupillo del ct Conte. Bisogna tenere presente che da questo lungo elenco sono assenti De Rossi, Giovinco, Bertolacci, Insigne (fuori per scelta tecnica) e il fondamentale Verratti, che sicuramente lotteranno per avere figurare nella lista dei 23 convocati.

Questa sarà quindi la formazione Azzurra che affronterà il Belgio, appena diventata formazione numero 1 del ranking FIFA nonostante non abbia mai vinto alcun titolo, nè a livello europeo nè tantomeno mondiale. Le “Furie Rosse” si schiereranno con un 4-2-3-1, con Mignolet in porta; Alderweireld, Denayer, Lombaerts e Cavanda in difesa; Nainggolan e Witsel in mediana; Carrasco, De Bruyne e Hazard a supportare l’unica punta Benteke. Anche i belgi hanno assenze deficitarie, come Courtios, Mertens, Fellaini e Dembelè, ma sicuramente vorranno far vedere di meritarsi il primato nel ranking mondiale; gli Azzurri di Conte invece dovranno fornire un’importante prova di maturità, con lo stimolo in più di giocare per mantenere il proprio ruolo nelle grazie del ct o di metterlo in difficoltà per le future scelte in ottica Europeo.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *