Barcone con 180 persone al largo del Mediterraneo: intervento della Guardia Costiera

Guardia Costiera

All’alba del 15 ottobre, con chiamata da telefono satellitare e successivo avvistamento da parte di un mezzo aereo della operazione internazionale EUNAVFOR MED,  è stata segnalata alla Centrale Operativa delle Guardia Costiera di Roma la presenza di un barcone in difficoltà con circa 180 persone a bordo a 35 miglia nautiche a sud/ovest di Lampedusa, in area SAR maltese. MRCC Roma ha subito informato l’Autorità maltese che, assumendo il coordinamento dell’operazione di ricerca e soccorso, ha richiesto la collaborazione all’Italia, che ha inviato sul posto due motovedette della Guardia Costiera e una della Guardia di Finanza. Le tre motovedette hanno raggiunto il barcone, che risultava essere in precarie condizioni di galleggiabilità, procedendo quindi al trasbordo dei migranti. Attualmente le tre motovedette dirigono verso La Valletta in attesa dell’individuazione del POS (place of safety) da parte delle competenti autorità maltesi. Le due motovedette classe 300 della Guardia Costiera e l’unità navale della Guardia di Finanza, con a bordo i migranti trasbordati nella giornata di ieri, sono giunte a Lampedusa. La presenza di un elevato numero di persone a bordo, tra cui donne e bambini, già da molte ore in mare e senza alcuna possibilità di trovare riparo al coperto nonché le condizioni meteo marine in peggioramento, hanno determinato l’individuazione di Lampedusa quale porto di sbarco.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *